A giugno la Juve viola il protocollo anti-Covid e si becca una multina. Ziliani: “Il calcio italiano è un circo”

0
1763
agnelli-appello-coronavirus-il-web-non-dimentica-de-luca-juve-covid

Furia Paolo Ziliani, che su Twitter ha commentato le ultime notizie su Juve-Napoli e sulla multa ai bianconeri per violazione evidente del protocollo. Ziliani attacca Juve e FIGC per quanto accaduto lo scorso giugno e la conseguente sanzione ridicola per il club bianconero: “Per 3 settimane, a giugno, alla ripresa del campionato dopo la sospensione per Covid, la Juve non ha sottoposto i giocatori ai tamponi – scrive il giornalista –. Sapete che ha fatto la FJGC con l’okay della Procura? Ha multato lo staff medico di 1500 € e la società (responsabilità diretta) di 4000 €”.

“Giudicate voi. A giugno, alla ripresa della Serie A dopo il blocco per Covid, a più riprese la Juve non sottopose i suoi giocatori ai tamponi obbligatori. La FJGC, con l’ok della Procura, ha vergognosamente chiuso il caso sanzionando medici e società con risibili multe. La più grave violazione del protocollo Covid? Schierare un calciatore positivo. Poi: non sottoporre i giocatori ai tamponi previsti”.

Ziliani prosegue: “La Juventus reiteratamente non l’ha fatto e le “gravi sanzioni” minacciate dalla FJGC sono state una multa di 4000€. Perchè non -2 in classifica? (una sanzione che avrebbe visto l’Inter diventare campione d’Italia, ndr). Al Napoli la giustizia sportiva aveva dato un -1 in classifica per aver rispettato le direttive anti-Covid. Alla Juventus, riconosciuta “responsabile diretta” dei reiterati, mancati tamponi ai giocatori, multa di 4.000 euro”.

“Il calcio italiano è un Circo – attacca il giornalista -. Un mondo di pagliacci. La multa di 4 mila euro inflitta dalla FJGC alla Juventus per non aver sottoposto a più riprese i giocatori ai tamponi invita tutti a commettere qualsiasi infrazione in tema di sicurezza-Covid. Andate e infettate, è un’occasione, uno scudetto vale 4 mila euro. In un paese serio, una Federazione che chiude gli occhi su un club che alla ripresa di un campionato sospeso per pandemia non sottopone i giocatori ai tamponi, dovrebbe essere indagata dalla sua stessa Procura e da tutte le Procure d’Italia. In un paese serio”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Caso Suarez, la Ministra a Paratici: “Juve? Indirizzali a me, poi…