Almeyda ricorda: “5 maggio? Inter senza grinta. Ecco perché il Milan non meritava la Champions”

0
1817
almeyda-inter

Matías Jesús Almeyda, allenatore di calcio ed ex centrocampista argentino con un passato alla Lazio e all’Inter, tecnico dei San Josè Earthquakes nella MLS, ha parlato ai di fcinternews.it. Queste le sue parole: “L’Inter era ed è un’istituzione mondiale. Era, e dovrà essere sempre, costruita per vincere. Rimasi due anni, peccato che a Milano non conquistammo nulla. L’arrivo in nerazzurro? Sì, ma successivamente al 5 maggio. Se ai tempi fossi già stato nerazzurro, avremmo vinto di sicuro. Mancava grinta… (ride, Ndr)”.

INTER-MILAN IN CHAMPIONS

“Quell’Inter era in una fase di cambiamento – dice Almeyda -. Tanto per dire Ronaldo il Fenomeno andò al Real Madrid. Ma noi arrivammo sino alla semifinale di Champions League, in cui fummo eliminati dal Milan solo per la regola dei gol in trasferta. Certo, all’andata finì 0-0. Al ritorno 1-1. Il Milan passò semplicemente perché il sorteggio lo aveva decretato come squadra di casa nella partita di andata. Fosse stato il contrario, saremmo passati noi. E la storia sarebbe potuta essere differente. Noi a giocarci la finale e i rossoneri eliminati. Volevamo vincere la Coppa dalle Grandi Orecchie. E ce lo saremmo meritati. In campo nel doppio confronto eravamo stati sicuramente superiori ai nostri avversari e avremmo meritato il passaggio del turno. Un vero peccato…”.

SERIE A

“Il calcio italiano sta nuovamente crescendo. Non è ancora come nell’epoca delle sette sorelle, ma oggi finalmente il campionato è equilibrato. Vedo la Juventus favorita, non so se il Milan manterrà sino alla fine questo livello. Ma il fatto che l’Inter possa certamente competere, che la Lazio lo abbia fatto e che ci siano novità come il Sassuolo certificano una Seria A più avvincente. Io allenatore in Serie A? Io spero mi chiamino. Mi piacerebbe avere questa possibilità, anche se dall’Europa non guardano molto i campionati da questa parte del mondo”.

fcinternews.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Bellugi: “Vi racconto quando Cruijff mi fece girare le pa**e. Momenti top all’Inter? Lo Scudetto ’71”