Altobelli punge Spalletti: “Perché intestardirsi sulla buonuscita quando…”

0
736
altobelli-inter-san-siro-interspac

Attraverso il proprio profilo Instagram, l’ex bomber nerazzurro Alessandro Altobelli ha espresso un parere piuttosto critico nei confronti dell’ex allenatore dell’Inter Luciano Spalletti:  “Stimo da sempre Spalletti come uomo e come allenatore. E’ un tecnico preparato e capace che all’Inter ha ottenuto ottimi risultati, portandoci in Champions League, pur senza avere una squadra competitiva come oggi ha Antonio Conte. Così sono rimasto sorpreso nel leggere l’intervista che ha rilasciato alla “Gazzetta dello Sport”. Ad un certo punto racconta della chiamata ricevuta dal Milan e di come l’Inter gli abbia “impedito” di assecondarla. Spalletti è un grande tecnico, carismatico e tecnicamente all’avanguardia, ma in questo caso non mi convince. Con l’Inter aveva ed ha ancora due anni di contratto. Per rescindere l’accordo con la società neroazzurra ha chiesto il pagamento di una annualità. Non voglio fare i conti in tasca a nessuno, ma non credo che Spalletti, meritatamente, abbia fino ad oggi guadagnato poco. Davvero quel milione in più avrebbe inciso così tanto sul suo conto in banca? Incaponirsi sulla buona uscita avendo la prospettiva di iniziare un progetto pluriennale col Milan non bastava? Il Milan non avrebbe comunque colmato in qualche modo il mancato introito neroazzurro? Rientrare in serie A oltretutto sulla panchina della più acerrimo rivale dell’Inter non era già di per se una di quelle cose che, come recitava una famosa pubblicità, non hanno prezzo?”, scrive Altobelli.

View this post on Instagram

Stimo da sempre Spalletti come uomo e come allenatore. E’ un tecnico preparato e capace che all’Inter ha ottenuto ottimi risultati, portandoci in Champion, pur senza avere una squadra competitiva come oggi ha Conte. Così sono rimasto sorpreso nel leggere l’intervista che ha rilasciato alla “Gazzetta dello Sport”. Ad un certo punto racconta della chiamata ricevuta dal Milan e di come l’Inter gli abbia “impedito” di assecondarla. Spalletti e’ un grande tecnico, carismatico e tecnicamente all’avanguardia, ma in questo caso non mi convince. Con l’Inter aveva ed ha ancora due anni di contratto. Per rescindere l’accordo con la società neroazzura ha chiesto il pagamento di una annualita’…Non voglio fare i conti in tasca a nessuno, ma non credo che Spalletti, meritatamente, abbia fino ad oggi guadagnato poco. Davvero quel milione in più avrebbe inciso così tanto sul suo conto in banca? Incaponirsi sulla buona uscita avendo la prospettiva di iniziare un progetto pluriennale col Milan non bastava? Il Milan non avrebbe comunque colmato in qualche modo il mancato introito neroazzurro? Rientrare in serie A oltretutto sulla panchina della più acerrimo rivale dell’Inter non era già di per se una di quelle cose che, come recitava una famosa pubblicità, non hanno prezzo?Con stima AL TOBEL A post shared by Alessandro Altobelli (@spilloaltobelli) on