Appiano – Contro il Genoa doppio ritorno: pronti anche Gosens e Correa

0
90
gosens-inter-intervista-

Obiettivo chiaro in vista del Genoa: tornare a riprendere i punti in campionato e non solo. L’Inter che può finalmente tornare a fare affidamento anche su Marcelo Brozovic e Alessandro Bastoni, reduci dall’aver appena scontato i rispettivi turni di squalifica. Stando a quanto riportato anche da La Gazzetta dello Sport, in casa nerazzurra infatti ci prova anche e soprattutto Robin Gosens, il quale reduce dall’infortunio rimediato lo scorso settembre in Champions League con la maglia dell’Atalanta.

“Il debutto sembra davvero vicino, anche se difficilmente avverrà già venerdì sera nell’anticipo contro il Genoa – si legge -. Inutile rischiare, meglio risparmiare energie e progressioni per marzo, mese molto spesso determinante per la volata scudetto. Ma Robin comunque farà parte della trasferta in Liguria: la convocazione, infatti, sembra scontata, ma va letta più come premio al giocatore e alla sua voglia di giocare che all’effettiva possibilità di scendere in campo”.

Dunque, gli allenamenti ad Appiano Gentile riprenderanno nella giornata di oggi. Basta questo per capire quanto l’Inter di Simone Inzaghi tenga a far bene e tornare a riprendere ciò che ha lasciato per strada. I nerazzurri mancano l’appuntamento coi tre punti dall’ormai 23 gennaio scorso contro il Venezia. L’obiettivo del tedesco è il derby di Coppa Italia, in programma il prossimo primo marzo. Ma non solo Gosens. Ben presto Inzaghi può finalmente ritrovare anche Joaquin Correa, assente dallo scorso 19 gennaio, giorno di Inter-Empoli di Coppa Italia:

“Correa ha saltato in toto il febbraio nero interista e chissà che non possa essere lui una delle vitamine della ripartenza, Simone ci spera, anche perché serve uno scossone in attacco per riprendere la strada verso lo scudetto. L’argentino punta a una convocazione per il derby di coppa. Pian piano l’infermeria si svuota”.

La Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Crespo difende Lautaro: “Chi lo critica non capisce nulla di calcio”