Autocertificazione, ecco come fare se non hai una stampante a casa

0
4244
coronavirus-il-nuovo-modulo-di-autocertificazione-per-spostarsi

La norma introdotta dal governo la sera di lunedì 9 marzo impone a tutti gli italiani di evitare qualsiasi spostamento. Tutto il Paese è diventato “zona di sicurezza“, tutti devono limitare le uscite: una mossa, la più estrema finora, per cercare di arginare l’epidemia di coronavius che finora ha contagiato oltre 40mila persone. Restare in casa, dunque, a meno che non ci siano indifferibili esigenze lavorative o gravi esigenze familiari o sanitarie. È possibile uscire anche per altre ragioni, come la necessità di andare a fare la spesa o in farmacia. Da martedì 10 marzo è necessario giustificare i propri spostamenti con un modulo, un’autocertificazione, che testimoni il motivo per cui non ci troviamo nella nostra abitazione. O bisogna fare una dichiarazione verbale nel momento in cui ci fermano. Bisogna scaricare il Pdf dal sito del Viminale (o potete trovarlo anche qui), compilarlo e poi portarlo con sé. Chi viola i divieti può avere pesanti conseguenze: si rischia un’ammenda fino a 206 euro e l’arresto fino a tre mesi e una denuncia per reati dolosi contro la salute pubblica. Le domande, ad alcuni, sono sorte spontanee. E se non si ha una stampante a casa? Se ci si dimentica il modulo? Qui trovate le risposte.

SE NON HAI UNA STAMPANTE A CASA – Se non vi è possibile scaricare e stampare il modulo dell’autocertificazione, potete in alternativa copiare a mano il testo, compilarlo e firmarlo. La dichiarazione sarà comunque valida. Da ricordare che l’autocertificazione prevede la segnalazione di impegni a cadenza fissa: se si ripete ogni giorno lo stesso spostamento, per lo stesso motivo (ad esempio per andare a lavorare) non occorrerà avere con sé un documento nuovo e aggiornato. In ogni caso — è bene ricordarlo — se non si ha la possibilità di stampare o compilare il documento a casa sarà possibile fare una dichiarazione verbale alle forze dell’ordine nel caso in cui si verrà fermati.

SE DIMENTICHI IL MODULO – Se ci si è dimenticati di portare l’autocertificazione con sé, è possibile – in caso di controlli – fare una dichiarazione verbale alle forze dell’ordine. Queste trascriveranno ciò che abbiamo detto e potranno fare verifiche sulla veridicità della nostra dichiarazione.

SE PUOI MOSTRARE L’AUTOCERTIFICAZIONE SULLO SMARTPHONESi, è possibile mostrare l’autocertificazione anche sullo schermo dei propri dispositivi mobili. Ma essendo un Pdf da compilare, è comunque necessario stamparlo e poi ricaricarlo sul proprio telefono. A meno che non si abbia sul proprio computer un programma specifico che permette di firmare i documenti in Pdf, come Adobe Acrobat Pro DC. Per compilarlo invece è sufficiente la Suite di Microsoft Office, che permette di trasferire il Pdf in formato Word. Ma sono disponibili anche molti strumenti online.