Beckham, altro k.o. legale contro l’Inter: potrebbe cambiare nome

0
430
battaglia-legale-tra-l-inter-e-david-beckham

E’ arrivata un’altra “sconfitta” per l’Inter Miami di Davi Beckham nella battaglia legale contro l’Inter per il nome del club. L’ufficio statunitense dei brevetti (Uspto, United States Patent and Trademark Office) ha respinto la richiesta avanzata dal proprietario della franchigia della Florida e supportata dalla Major League Soccer di poter utilizzare il nome Inter, sulla scorta di ciò che fanno altre squadre in giro per il mondo. Adesso ci sarà un altro grado di giudizio, ma appare probabile che l’Inter Miami debba alla fine cambiare nome.

Skriniar: “Stiamo facendo le cose giuste. Ecco cosa non dobbiamo fare”

Dunque dopo il primo pronunciamento a febbraio 2020, il club del presidente Beckham rischia di doversi però presentare con un nome diverso rispetto a quello attuale. L’Internazionale di Milano (o semplicemente Inter) nel 2014 chiese all’organo competente negli Stati Uniti di registrare il proprio nome come marchio esclusivo. Ora secondo quanto riporta il sito ‘law.com‘ la società nerazzurra ha vinto i due round legali per costringere il club di Miami a modificare il proprio nome. La squadra del presidente Beckham in passato si era già rifiutata di cambiare nome, sostenendo che ‘Inter’ fosse un termine generico utilizzato anche da altre società nel mondo e non un marchio registrato. Ora però il rischio di dover cambiare denominazione si fa più concreto.
law.com

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Marotta: “Suning? Ribadisco, situazione difficile ma nessuna cessione”