Bellinazzo all’attacco: “Il nuovo Fair play finanziario? Sempre meno fair”

0
35
bellinazzo - inter

Il giornalista Marco Bellinazzo, è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno durante il Pentasport, per parlare della nuova regolamentazione decisa dall’UEFA sul Fair Play finanziario:

“Il nuovo fair play finanziario della UEFA? Una riforma necessaria dopo la pandemia, serviva intervenire con delle modifiche nel calcio europeo. Si è però costituito un gruppo di una decina di squadre con livelli economici irraggiungibili per le altre, con le nuove regole si impone una maggiore regolarità contabile con pagamento dei debiti pena esclusione delle coppe. Poi si impone la spesa del 70% dei ricavi nel costo della rosa, tra ingaggi dei calciatori, commissioni ai procuratori e stipendi dello staff. Dal 2025 si avrà il tetto del 70%, in tre anni si passerà dal 90% a questo nuovo limite: secondo me la disparità si potrebbe accentuare, chi ha un fatturato di 200 milioni potrà spenderne 150 e chi ce l’ha di 150 ne potrà spendere 70 e così di proporzione. Quindi c’è chi potrà permettersi Messi e chi potrà permettersi giocatori meno importanti e costosi: il fatto che la UEFA abbia fatto questa riforma per la stabilità del sistema e non per l’equilibrio sul campo mi lascia con un pizzico di amarezza”.

Sul proprio account Twitter, Bellinazzo ha rincarato la dose: “Del nuovo fair play finanziario Uefa posso dire che è sempre meno fair: i club con più ricavi continueranno di norma a dominare potendo spenderne a regime il 70% (incluse plusvalenze) in ingaggi e cartellini. Equilibrio competitivo degli sport Usa resta un miraggio”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Nuovo stadio, Ravezzani si scaglia contro Sala: “Faccia il suo mestiere,…”