Berti: “Calhanoglu? Soffiare un giocatore al Milan è sempre divertente. Ho pianto per Eriksen”

0
97
berti-juve-simpatica-solo-agli-juventini-meglio-sconfitti-che-milanisti

Raggiunto dai microfoni de La Gazzetta dello Sport, Nicola Berti approva l’operazione Hakan Calhanoglu con la maglia dell’Inter. Queste le parole della leggenda nerazzurra:

Penso che soffiare un giocatore al Milan sia sempre divertente… Scherzi a parte, a livello tecnico e tattico la scelta mi convince. Anche se in rossonero faceva l’esterno offensivo, Hakan sa muoversi anche da mezzala sinistra in un 3-5-2. Tecnica e tiro poi non si discutono. In quel ruolo ha dimostrato di saperci fare anche Stefano Sensi. Anche se Stefano è fortissimo. Nei primi due mesi con Antonio Conte in panchina giocava anche meglio di quel fenomeno che si chiama Andres Iniesta, poi però ha avuto troppi infortuni per puntare soltanto su di lui. Anche perché dopo una serie di ricadute subentra una sorta di blocco mentale che ti impedisce di tornare al 100%. E lui già al Sassuolo aveva avuto qualche problemino”.

PAURA ERIKSEN

“Che botta. Ero davanti al video e mi sono messo a piangere – dice l’ex centrocampista della Beneamata -.Temevo che fosse morto, poi i compagni in lacrime a fare da schermo, la moglie disperata a bordo campo. Solo a ripensarci mi viene la pelle d’oca. Ora che sappiamo che la vita di Christian è salva, tutto quello che verrà sarà solo guadagnato”.

USCITE

“Mi sembra di capire che molti indizi portino ad Achraf Hakimi, anche perché sarebbe un sacrilegio toccare una delle coppie d’attacco più forti d’Europa, con Romelu Lukaku e Lautaro Martinez che si completano alla perfezione. Il Toro poi costa parecchio. Io però non starò tranquillo sino a fine  di questo mercato, perché qualche club che abbia i mezzi economici per prendere l’argentino ci sono”, ha concluso Nicola Berti.

La Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Pellegatti deluso: “Calhanoglu non sarà mai amato come un vecchio cuore rossonero”