Bestemmia Cristante: una giornata di squalifica. Bestemmia Buffon: nulla

0
1174
buffon-brutta-battuta-video

Eccoci qua, ci risiamo nuovamente. Due pesi due misure. Un audio che è sfuggito a pochi. Nel silenzio dello stadio Tardini, dove la Juve vince facile e le urla di Gianluigi Buffon si sentono fino a Malta. A dieci minuti dalla fine della sfida contro il Parma, il portiere dei bianconeri si è lasciato scappare un’espressione blasfema, riconoscibile facilmente dai microfoni in campo. Rivolgendosi al compagno Portanova, Buffon ha tuonato: “Porta, mi interessa che ti vedo correre e stare lì (bestemmia) a soffrire eh, il resto non me ne frega un c…”. 

Quindi, dopo cosa succede? Niente, come al solito. Nessuna squalifica per l’insegnante delle lezioni di vita. Anzi, il Giudice Sportivo, Gerardo Mastrandrea, rende noti i provvedimenti dopo la tredicesima giornata di Serie A e la squalifica al portiere non c’è. Video e audio che circolano immediatamente in rete, hanno scatenato un’onda di polemiche. Che raddoppiano nel pomeriggio dopo la decisione della FJGC. A differenza di quanto avvenuto settimana scorsa per Cristante, squalificato dopo la partita di Bologna per espressione blasfema Buffon non è stato punito (pura bestemmia): il Giudice se ne esce con un “non ricevuto dalla Procura federale nessun materiale per approfondire il fatto” motivo per cui non ha applicato alcun provvedimento.

WELCOME TO ITALY

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Buffon e l’incubo Lukaku: “Ci ripenso 4 volte a settimana”