Brazao: “Mi voleva il Milan, ma io sono un tifoso dell’Inter”.

0
3091
gabriel-brazao-inter

Gabriel Brazao, giovane portiere brasiliano di proprietà dell’Inter in prestito all’Albacete è stato intervistato da ESPN Brasil. Ecco le sue parole: “Il mio idolo d’infanzia era Fábio e sono stato in grado di realizzare il sogno di allenarmi con lui. È stato molto importante per la mia crescita. In porta mancava sempre qualcuno e, dato che ero più grande degli altri ragazzi, l’allenatore mi ha chiesto di completare l’allenamento dei più anziani da portiere.. Ho finito per innamorarmi della posizione”.

CRUZEIRO“Vengo da Uberlândia – dice Brazao -, e il Cruzeiro è stata la prima squadra dove ho provato. Un mio caro amico è il figlio del cantante Regis Danese ed era il nostro vicino. Abbiamo giocato a calcio insieme e un giorno ho giocato bene contro gli adulti. Mi ha portato a provare al Cruzeiro. Non pensavo che ciò sarebbe stato possibile. Le porte mi sono state aperte all’inizio. Régis è diventato il mio manager per un po’, ma ancora oggi abbiamo una bella amicizia, è stato un ragazzo molto importante nella mia carriera”.

I MOMENTI SPECIALI“Lo spartiacque della mia carriera è stata in un torneo quando avevo 14 anni. I portieri erano entrambi infortunati e un altro è stato espulso in semifinale. Ho giocato la mia prima partita per il club in una finale e ho fatto una partita spettacolare”.

L’INTER“Subito dopo il primo torneo con la squadra nazionale giovanile che abbiamo fatto in Italia, mi aveva sondato il Milan, ma dato che ero molto giovane e sono un tifoso dell’Inter sottolinea Brazao -, la cosa non mi era gradita. Nel corso del tempo sono apparse altre squadre, fino ad arrivare all’Inter. Avevo cinque offerte di club dall’Inghilterra e dall’Italia, ma l’Inter è stata una buona scelta per me e il Cruzeiro. È stata una grande opportunità per me. Essendo un tifoso dell’Inter, è stato un progetto molto ambizioso e mi ha fatto molto piacere”.

L’EUROPA“Ogni paese ha la sua qualità e cerco di assorbire il più possibile. Sono riuscito a crescere molto dopo sette mesi a Parma e questa stagione in Spagna. Sono migliorato fisicamente, tecnicamente e mentalmente. È stato molto proficuo perché mi sto preparando per quando avrò la possibilità di giocare”.

GLI OBBIETTIVI“Voglio aiutare l’Albacete a raggiungere la prima divisione e fare belle partite in Copa del Rey. Le cose accadranno naturalmente”, conclude Brazao.

ESPN.com.br