Home Notizie Brozovic, tensione al Pronto Soccorso. Arrivano i carabinieri, poi le scuse

Brozovic, tensione al Pronto Soccorso. Arrivano i carabinieri, poi le scuse

175
0
brozovic-inter-reguilon

Notte agitata per Marcelo Brozovic. Secondo quanto riporta l’Ansa il centrocampista dell’Inter avrebbe alzato la voce al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo, a Milano. Il motivo? Avrebbe pretesto che un suo amico, un 42enne croato leggermente ferito a una gamba, venisse visitato prima di altre persone considerate in codice più grave. I medici, non riuscendo a calmare il giocatore, hanno così chiamato i carabinieri.  Il calciatore di Zagabria, che già una quindicina di giorni fa si era visto sospendere la patente per un semaforo rosso e per non aver superato (di pochissimo) l’alcol test, ieri sera è apparso su di giri, sempre per il tenore alcolico.

Passa col rosso e fallisce l’alcoltest: patente ritirata a Brozovic

TENSIONE AL PRONTO SOCCORSO

Secondo le ricostruzioni, Brozo ha dato in escandescenza al pronto soccorso dove pretendeva di far visitare un amico lievemente ferito a una gamba, un croato di 42 anni, prima delle altre persone presenti, più gravi di lui. Dopo aver cercato di calmarlo, pare notando anche un certo stato di ubriachezza, i sanitari hanno chiamato i carabinieri. Ma nemmeno il loro arrivo ha calmato immediatamente l’interista. Solo quando i militari gli hanno chiaramente detto di darsi una calmata perché il suo comportamento stava diventando eccessivo e avrebbe rischiato conseguenze penali se avesse continuato, Brozovic è tornato in sé, chiudendo la vicenda con delle sentite scuse a pazienti e medici.

Marotta: “Felici di Conte. Brozovic? Serve rispetto. Niente cambiamenti”

ANSA
LEGGI ANCHE: