Cabrini: “Se Maradona avesse giocato alla Juve sarebbe ancora vivo”

0
119
maradona-morte-avvocato-denuncia-cabrini

“Maradona sarebbe ancora vivo se all’epoca fosse stato della Juve e non del Napoli”. È la frase shock dell’ex Juve Antonio Cabrini. L’ex difensore che per 13 anni ha indossato la maglia dei bianconeri ha espresso così il proprio rammarico per la morte dell’ex numero dieci dell’Argentina e dei partenopei. Una riflessione che ha fatto molto discutere e alimentato le critiche dei sostenitori partenopei. Intervistato da Irpinia Tv, Cabrini ha ricordato Diego Armando Maradona, morto il 25 novembre all’età di 60 anni, commentando così la sua morte e il suo periodo in Italia:

“Sarebbe ancora qui perché l’ambiente lo avrebbe salvato. Non la società, ma proprio l’ambiente – ha aggiunto – L’amore di Napoli è stato tanto forte e autentico quanto, ribadisco, malato”. Per l’ex calciatore Maradona “in campo avrebbe potuto vincere una partita da solo” e in un altro contesto “avrebbe potuto vincere anche quella della sua vita, terminata troppo presto”, ha concluso.

Più tardi, accortosi probabilmente del polverone mediatico sollevato, Cabrini è intervenuto di nuovo ai microfoni di Irpinia Tv, per scusarsi e fare una precisazione: “Il mio non era un giudizio morale, ma sull’energia di una città che non poteva contenere tutta questa passione, le mie parole sono state travisate. Ho pensato che l’ambiente ovattato nel quale ha vissuto alla Juve l’avrebbe protetto. Chiedo scusa a chi si è sentito offeso”.

Irpinia Tv

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Inter, striscione della Curva Nord: “Fuori i co****ni o veniamo coi bastoni”