Cesari: “Furia Nedved? Ha lasciato la tribuna per colpa di Muldur”

0
32
cesari-nedved-juve-stadio

Anche nel turno infrasettimanale non sono mancate vivaci discussioni per le decisioni degli arbitri e a fare chiarezza sugli episodi più discussi è Graziano Cesari. L’ex arbitro genovese, su Italia1 durante Pressing, si sofferma su quanto accaduto in Juventus-Sassuolo e la furia di Pavel Nedved. Le sue parole:

“Nel primo c’è la Juve che reclama un rigore su Kaio Jorge. Si vede che il giocatore cade in area, Sacchi è vicino e fa proseguire il gioco, dalle nostre immagini però non sappiamo se il braccio ammortizza la caduta, se la gamba del giocatore del Sassuolo tocca quella di Kaio, non si vede niente di certo e ci fidiamo del direttore di gara. Replay non ci sono e quindi anche il Var non può intervenire.

Poi c’è il gol annullato a Morata. Cuadrado fa fallo netto su Traorè, giusto annullare il gol a Morata, l’arbitro peraltro aveva fischiato anche prima del tiro, non si può neanche parlare di gol annullato. L’ultimo episodio è di natura disciplinare. Si vede dalle immagini Nedved che si è arrabbiato e se n’è andato dalla tribuna, il motivo è la perdita di tempo del giocatore del Sassuolo Muldur nel finale dopo essere stato richiamato. E’ palese che perda tempo, viene anche ammonito, da qui la furia di Nedved”, dice Cesari.

Pressing

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Gavillucci: “Il rigore contro l’Inter? In Europa non lo fischiano mai. Si è creato un precedente pericoloso”