C&F – L’Inter saluta Gabigol e Politano: l’impatto a bilancio

0
4454
politano-inter-roma-di-marzio

L’Inter saluta Gabriel Barbosa e Matteo Politano. Due le cessioni ufficializzate oggi infatti per quanto riguarda il club nerazzurro, con l’attaccante brasiliano acquistato dal Flamengo mentre l’esterno italiano acquistato dal Napoli.

“Due operazioni che portano – scrive Calcio e Finanza -, stando alle indiscrezioni, complessivamente poco meno di 40 milioni di euro nelle casse dei nerazzurri, seppur con formule diverse. La cessione di Gabigol è avvenuta a titolo definitivo per circa 16,5 milioni di euro, mentre Politano è passato al Napoli in prestito oneroso biennale da circa 2 milioni obbligo di riscatto fissato a circa 19 milioni. Tuttavia, anche l’affare Politano potrebbe essere iscritto a bilancio fin da subito, permettendo al club nerazzurro di realizzare una plusvalenza come ad esempio già fatto dalla società interista nel caso di Pinamonti, ceduto la scorsa estate in prestito con obbligo di riscatto ma la cui plusvalenza è stata inserita già nel bilancio al 30 giugno 2019″.

“Se così fosse – spiega il sito -, l’Inter avrebbe un impatto positivo nell’esercizio in corso per circa 13 milioni di euro dalle due cessioni avvenute oggi. Nel dettaglio, Gabigol al 31 dicembre 2019 aveva a bilancio un valore pari a 12,8 milioni di euro, mentre Politano pari a 17,9: le plusvalenze sarebbero quindi pari rispettivamente a circa 3,6 e 1,1 milioni di euro. Cifra alla quale si può aggiungere la cifra del prestito oneroso (2 milioni) relativamente a Politano, il risparmio dell’ammortamento (pari a circa 2,5 milioni ciascuno) per la seconda parte della stagione in corso e circa 1,5 milioni di stipendio lordo per la seconda parte di stagione relativamente al solo Politano. Nel caso in cui, invece, l’Inter decidesse di attendere l’effettiva conclusione del prestito e il conseguente riscatto da parte del Napoli nell’estate 2021, la plusvalenza sarebbe pari a circa 8,7 milioni di euro, con tuttavia costi per circa 7,7 milioni relativamente agli ammortamenti”.

calcioefinanza.it