Chi è Georgios Vagiannidis, il primo colpo dell’Inter

0
295
vagiannidis-inter-un-gioello-per-conte-e-madonna

Georgios Vagiannidis, 18 anni (ne compirà 19 a settembre), terzino destro del Panathinaikos. È il primo colpo di mercato dell’Inter per la prossima stagione. In attesa di portare a conclusione quella attuale, condizionata dall’emergenza sanitaria e dalla pandemia, i nerazzurri tessono le fila del campionato che verrà e rinforzano la rosa con uno dei difensori più promettenti nel ruolo.

CONTRATTO E STIPENDIO

Secondo le ultime rilanciate da Sky Sport, il calciatore ha firmato nella tarda serata di giovedì un contratto di 4 anni con ingaggio di 300 mila euro netti. Prima di indossare la nuova casacca, però, dovrà attendere ancora qualche settimana: il 30 giugno si libererà dal vincolo con i greci che incasseranno un indennizzo di circa 250 mila euro, è quella che in gergo viene definita “training compensation”. È una somma che viene stimata partendo da una base fissa e alcuni parametri previsti dalla Fifa per gratificare il club nel quale il giocatore è cresciuto iniziando fin da ragazzino nel settore giovanile.

Mercato Inter, Sky – Fatta per Vagiannidis: al Panathinaikos 400mila euro

QUANDO ARRIVERA’

Anche subito perché l’intenzione da parte dell’Inter è avere Vagiannidis sott’occhio già in queste settimane così da valutarne l’inserimento in rosa a partire dal prossimo campionato oppure concedergli l’opportunità di farsi le ossa altrove prima di affrontare la nuova realtà del calcio italiano.

CHI E’ VAGIANNIDIS

Vagiannidis è un laterale che ha nella corsa, nello scatto e nella buona tecnica in velocità le caratteristiche migliori. Gli scout e gli allenatori delle giovanili del Panathinaikos, dove è cresciuto, ne sottolineano la capacità spingere con costanza, la possibilità di accentrarsi per tirare anche con il piede debole (il sinistro) e le buone coperture difensive. È alto 182 centimetri, e può ancora crescere a livello muscolare. Col Panathinaikos dei grandi ha esordito a febbraio, contro il Panetolikos. Nonostante sia risultato subito decisivo il tecnico Donis nelle due gare successive (prima dello stop) non lo ha più inserito. In quella partita giocò da esterno d’attacco nel 4-2-3-1, ma con l’Under 19 agisce da terzino classico, arrivando però spesso dalle parti della porta avversaria. Sembra più che adatto a coprire il ruolo di esterno a tutta fascia, anche se andrà valutato nel contesto italiano.

LEGGI ANCHE:

Repubblica: “La voce su Marotta l’ha messa Lotito. Inter infuriata”