Home Interviste Commisso: “Non so niente di calcio? E il cinese dell’Inter cosa sa?”

Commisso: “Non so niente di calcio? E il cinese dell’Inter cosa sa?”

1
0
commisso-cinese-dell-inter

Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di Lady Radio spaziando dai motivi del cambio in panchina: “Vorrei fare una battuta. Prandelli è così bravo come allenatore ma allora perché nessuno mi ha fatto il suo nome prima? Si parlava di Allegri, Mazzarri, De Zerbi e Spalletti. Stimo molto Cesare anche se ancora non l’ho conosciuto di persona. Il suo contratto? All’età di 34 anni lavoravo a New York per una banca importante ma io decisi di lasciarlo per andare in una piccola azienda senza contratto. Ho rischiato nella vita ma è stato tutto ripagato. Tutta la nostra dirigenza è unita per portare la Fiorentina più in alto rispetto ad oggi. Io spero che Prandelli faccia molto bene. Se c’è qualcuno stupido, e ce ne sono, che critica la mia scelta gli dico che Prandelli ha un lavoro e tu sei a parlare in radio”.

SITUAZIONE ECONOMICA

“Sono ottimista fino a un certo punto, ma spero che lo Stato italiano faccia la cosa giusta. La situazione economica è molto negativa, e questo stadio potrebbe ridare la vita a quegli italiani che vanno cercando lavoro. Non capisco come possano considerarlo un monumento, visto che comunque è vissuto ogni giorno dai tifosi la cosa giusta è dare loro quello che vogliono. Non so cosa succederà, ma abbiamo richiesto questo incontro prima di mandare il progetto finale, per capire cosa vogliono che si preservi dal Ministero. C’è anche la possibilità che lo stadio non si faccia, voglio essere chiaro”.

IL CINESE DELL’INTER

“Alcuni dicono che Rocco non sa niente di calcio. Ma visto che voi siete esperti di calcio mi dovete dire chi dei 20 proprietari di Serie A hanno giocato a calcio? Sono tre o quattro. Il cinese dell’Inter ha mai giocato a calcio? No. Allora perché queste cose non le dicono a Milano? Gli americani, quello del Liverpool, Arsenal o Manchester United, cosa sanno di calcio? Ci sono persone che sono venute da noi a chiedere lavoro, noi non glielo abbiamo dato e allora parlano male di noi”, conclude Commisso.

Lady Radio

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Delusione Serbia, Tadic a Kolarov: “Caro capitano, ci hai traditi”