Home Notizie Condò: “United? Lukaku rispose così a Sanchez e Young prima dell’arrivo all’Inter”

Condò: “United? Lukaku rispose così a Sanchez e Young prima dell’arrivo all’Inter”

21637
0
condò-lukaku-sanchez-inter
Getty Images

“La sera del 16 aprile 2019 il Manchester United sostiene al Camp Nou un esame complicato: deve battere il Barcellona nel ritorno dei quarti di Champions, dopo aver perso 1-0 la gara d’andata a Old Trafford. Nel giro di venti minuti Leo Messi, con una pregevole doppietta, toglie ogni illusione a Ole Gunnar Solskjaer, l’allenatore norvegese che poco prima di Natale aveva preso il posto di José Mourinho”, Paolo Condò firma oggi un articolo riguardante il “sacco” del calcio italiano nei confronti del Manchester United. Negli ultimi diciotto mesi, evidenzia il giornalista per il quotidiano La Repubblica.

Non c’è pace per Conte: anche Nainggolan e Gagliardini positivi al Covid

Un percorso dovuto ai tanti sprechi in termini economici dello United, cui il club inglese ha dovuto rimediare con prestiti e svendite. Il caso più emblematico è sicuramente quello di Alexis Sanchez. Ecco cosa scrive il giornalista: “Se le cose non miglioreranno la prossima finestra di mercato verrà usata da qualcuno per attaccare Nemanja Matic, e sullo sfondo resta il macigno della scadenza di contratto di Paul Pogba fissata al 2021 – scrive Condò -. I giocatori, poi, tra loro si parlano. Romelu Lukaku s’era stancato dello United perché Pogba appunto e Martial  stentavano a passargli la palla, fotografia di uno spogliatoio diviso in gruppi. Quando Sanchez Young, prima di firmare, gli hanno chiesto come si stesse all’Inter, la prima risposta è stata “benissimo, non ci sono clan”. Sono proprio cambiati i tempi”.

La Repubblica 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Serie A, il calendario TV dell’Inter dalla 4a alla 16esima giornata