Condò: “Vidal tradisce. Eriksen a 2′ dal termine sfregio incomprensibile”

0
1655
condò-conte

Sconfitta pesante per l’Inter che ora deve sperare in un miracolo per approdare agli ottavi di Champions League. Dagli studi di Sky Sport, il giornalista Paolo Condò ha parlato del ko dell’Inter contro il Real Madrid. Un risultato che riduce al lumicino le speranze di qualificazione agli ottavi dei nerazzurri. Queste le sue parole: “Per il momento metterei da parte il discorso sulle ultime due giornate e le chance di qualificazione. E’ dall’inizio che siamo aggrappati alla matematica parlando dell’Inter. Sono ipotesi in vitro che non tengono conto del calcio che abbiamo visto, o meglio che non abbiamo visto in questa partita. Stasera non c’è alcun diritto, solo il dovere di una forte autocritica. C’è da capire il motivo del primo tempo molle, che trova l’epifania nel rosso a Vidal che troverà una grande multa perché è inammissibile lasciare la squadra in 10 così. Prima di fare calcoli, io mi chiederei perché l’Inter quando doveva ripartire è sparita”.

Prosegue l’analisi estremamente critica di Condò sull’Inter dopo il ko contro il Real Madrid nell’Europa che conta: “Secondo me nell’Inter restano spesso fuori dei giocatori più forti di quelli che scendono in campo. Vidal, che è stato lungamente inseguito, ha commesso un tradimento nei confronti di Conte. E poi penso ad Eriksen: il suo ingresso a 2’ dal termine, a risultato acquisito, è stato uno sfregio al giocatore. Uno sfregio punitivo abbastanza incomprensibile”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: