Home Interviste Conte: “Abbiamo comandato. Eriksen? Mi dà fastidio che si parla di lui”

Conte: “Abbiamo comandato. Eriksen? Mi dà fastidio che si parla di lui”

1580
0
conte-inter

Queste le parole di Antonio Conte SkySport dopo la vittoria per 2 a 0 contro il Genoa a Marassi: “Vittoria della pazienza? Abbiamo comandato la partita dall’inizio, come sempre cerchiamo di fare. A volte si sblocca prima, a volte dopo… Penso che anche contro il Borussia MG abbiamo fatto un’ottima partita e abbiamo preso due tiri: un rigore e un gol sul filtrante con una palla sbagliata. Oggi zero tiri subiti. Siamo venuti qui con la forza di una squadra consapevole. Il problema è quando concedi tanto, ma se prendi gol su uno o due tiri significa che l’equilibrio c’è e magari ci sono errori. Non è che siamo dei matti e andiamo tutti all’attacco. Voi parlate di numeri, io faccio un’analisi fredda e precisa. Normale sia così”.

BASTONI

“Lui ha lavorato un anno e conosce perfettamente i tempi di accorciamento quando attacchiamo in avanti. Va dato tempo ai nuovi come Kolarov. Normale, ci sono situazioni che vanno provate e riprovate: un lavoro che di norma si fa in un mese di ritiro, noi lo stiamo facendo in gare ufficiali. Ma io sono molto contento di Kolarov perché ha portato esperienza, personalità e può giocare anche da esterno. Ranocchia, Darmian… Tutti hanno fatto grandi partite. Andrea non giocava da tanto e sembrava dovesse andar via, invece quando si è seri e si lavora in una certa maniera questi sono i risultati”.

LUKAKU

“Oggi Romelu è un giocatore diverso rispetto a un anno fa. È cresciuto. Ho sempre parlato di “diamante grezzo”, lo volevo già in esperienze precedenti. Ora tiene più palla, è più qualitativo, anche nell’ultimo passaggio. E poi segna sempre, che è importante per un attaccante”.

ERIKSEN

“Vi state fossilizzando troppo su Eriksen, dalla scorsa stagione. Continuate a sottolineare questa cosa. Lui fa parte della rosa: se merita, gioca; se non merita, non gioca. Mi dà fastidio che sistematicamente debba parlare di Eriksen e magari non di altri che sono rimasti in panchina o hanno giocato 10 minuti. Ma quali problemi? È con noi, i problemi possono esserci per gli avversari. A volte si esprime meglio, altre no. Ragazzo positivo, noi proviamo ad aiutarlo a crescere dal punto di vista dell’intensità. E lui ci sta mettendo tutto sé stesso. Ma non si può passare da partita discreta a bocciatura: non credo sia giusto per lui, per me e per l’Inter”, conclude Conte.

Sky Sport

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Genoa-Inter 0-2: sempre il solito Lukaku. Segna anche D’Ambrosio