Home Interviste Conte: “Abbiamo tutti il dovere di riportare l’Inter dove è giusto che...

Conte: “Abbiamo tutti il dovere di riportare l’Inter dove è giusto che meriti”

361
0
conte - inter

Antonio Conte ha rilasciato una lunga intervista alla TV cinese PPTV.

IL RITORNO IN CINA – “La prima volta che sono venuto in Cina è stato con la Juventus, per giocare la Supercoppa. Poi sono tornato con il Chelsea, questa è la terza volta. Sono stato molto bene, questa passione dei tifosi può far solo bene all’Inter. Il caldo? Mi ricordo che anche a Pechino faceva molto caldo ma ci siamo abituati. Ci siamo trovati molto bene, ci siamo allenati sui campi del Jiangsu. Hanno veramente un ottimo campo di allenamento, abbiamo trovato tutto a disposizione e sono molto contento”.

LE ASPETTATIVE –  “Le nostre aspettative sono quelle di tornare ad essere competitivi. Sappiamo benissimo che in questo momento in Italia c’è una squadra che ha costruito tanto che è la Juventus. Dietro la Juventus si è inserito il Napoli però l’Inter ha un’importante storia, un’importante tradizione. Abbiamo il dovere tutti di riportare l’Inter dove è giusto che stia e meriti. Ci vorrà un po’ di tempo, non si possono costruire grattacieli in pochissimi giorni. Ma abbiamo iniziato, vogliamo tornare a dare battaglia”.

IL GRUPPO“Mi auguro che sia tutta l’Inter perché significa che abbiamo lavorato bene. Devo essere onesto, devo elogiare questo gruppo di ragazzi, stanno lavorando in maniera importante senza fiatare. Hanno grande disponibilità e queste sono le basi per costruire qualcosa di successo in futuro. Magari cito tre giovani che mi hanno ben impressionato: Esposito, Pirola e Agoume. Ragazzi di 17 anni e vedo in loro grandi prospetti per il futuro”

CHAMPIONS LEAGUE“E’  la massima competizione, sai benissimo che ti confronti con il top del calcio europeo. Dobbiamo essere pronti a qualsiasi tipo di sorteggio. Vogliamo che le altre squadre siano preoccupate di incontrare l’Inter”

DIFESA A 3“Abbiamo iniziato con questa idea e stiamo lavorando su questa idea. L’allenatore deve impostare il modulo in base alle caratteristiche dei giocatori. E’ giusto utilizzare ora una difesa a tre ma non importa il modulo, l’importante è l’atteggiamento, aggressivo e propositivo. Stiamo lavorando molto bene e sono contento dei miglioramenti”, dice Conte.

IL CAMPIONATO – “Quando cambi allenatore porti qualcosa di nuovo, una nuova idea, un nuovo metodo, una nuova visione. Quest’anno 4 squadre tra le più forti hanno cambiato, sarà interessante vedere quanto tempo ci vorrà per l’allenatore per trasferire le proprie idee”.

STEVEN ZHANG“I nostri proprietari sono dei visionari, questo è molto positivo. Hanno investito sull’Inter perché pensano che sia la squadra giusta per fare qualcosa di importante nel calcio. Non solo a livello europeo ma mondiale. Vedo nel presidente sicuramente una figura giovane, molto aperta a costruire qualcosa di importante e duraturo per l’Inter”.

I GIOCATORI ITALIANI“C’è stato un ricambio generazionale in Nazionale. Mancini sta facendo un ottimo lavoro, noi all’Inter abbiamo diversi italiani che devono, non possono, devono ambire a entrare in maniera stabile nella rosa della Nazionale italiana. Cercherò di aiutarli ad entrare nei piani del ct. Sicuramente a livello di Nazionale ci sono stati progressi, c’è entusiasmo e voglia di fare”, conclude Conte

PPTV