Conte al gruppo: “Mai più quel quarto d’ora finale a Sassuolo”

0
478
conte-esultanza-nel-derby-milano

“Pazza Inter? No more ‘pazza Inter'”, diceva Antonio Conte al fianco di Steven Zhang alla presentazione come allenatore dell’Inter. A proposito di quel quarto d’ora finale di Reggio Emilia ecco cosa racconta la Gazzetta dello Sport:“Ecco allora che la consueta sessione video del giorno successivo alla partita ieri è durata un po’ di più, è stata più approfondita, più mirata a capire cosa ha permesso al Sassuolo di passare da formazione in balìa dei nerazzurri a dominatrice – si legge-. Conte, il suo staff, in primis il fratello Gianluca, hanno vivisezionato quel quarto d’ora, cercando di capire il cumulo di errori che hanno portato a perdere il controllo del match. Da un parte una difesa che si è abbassata troppo (dalla panchina nel caos finale persino Lukaku indicava con ampi gesti ai compagni di “alzare la linea”), dall’altra centrocampisti e attaccanti che non davano mai soluzioni facilio almeno praticabili ai primi uomini alle prese con l’impostazione. Conte poi ha probabilmente analizzato anche i problemi creati da Boga: non tanto per sottolineare le colpe di Lazaro, ma come esempio di una situazione ricorrente, quella del trequartista che piazzandosi fra le linee scardina gli equilibri”.

CHAMPIONS“La personalità e l’atteggiamento da grande squadra non si acquistano sul mercato e si insegnano a fatica, ma avere punti di riferimento in campo aiuta – scrive la rosea -. In questo senso il rientro di Godin e Asamoah, domani contro il Borussia Dortmund, può essere un potente antibiotico di fronte ai primi segni di infezione: insieme hanno 89 presenze in Champions, sono il primo e il terzo più esperti (in mezzo c’è l’infortunato Sanchez)”.

Gazzetta dello Sport