Conte: “Felice di avere insistito per Lukaku. Eriksen ha personalità”

0
979
conte-inter

Queste le prime parole di Antonio Conte, tecnico nerazzurro, rilasciate ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria dei nerazzurri contro l’Udinese: “Eriksen? Io penso che per un ragazzo arrivato da cinque giorni e all’esordio in Serie A, considerando Sensi, Gagliardini e Borja Valero fuori, l’ingresso sia stato positivo. Deve ancora entrare nel nostro pensiero di gioco, ma si vede che ha tanta personalità. Deve trovare un giusto ritmo per giocare queste partite, ma sono contento della sua prestazione. Cosa gli ho chiesto nelle due fasi? Aveva dei compiti da seguire in entrambi i casi. Migliorando nell’intensità farà meglio nelle due fasi, riuscirà a capire quello che chiediamo ai nostri centrocampisti in posizionamento. Ma sono soddisfatto, non era una gara semplice perché l’Udinese è una squadra fisica che ci ha creato problemi anche all’andata. Sono contento della sua prova”.

L’INTER C’E’“L’Udinese – spiega Conte -, è una buona squadra, erano molto attenti e cercavano di giocare in ripartenza. Erano tutti lì nella loro metà campo, non è la prima volta che ci succede visto che tante altre squadre si arroccano contro di noi. Per questo motivo, aver messo più qualità dentro la rosa ci permette di trovare più soluzioni. La vittoria è meritata, non era facile ma sono contento a parte per gli ultimi dieci minuti dove abbiamo pensato solo a difendere. La migliore difesa è attaccare, bisogna pressare ed essere sempre pericolosi”.

LUKAKU“Ha delle qualità importanti. Oggi non è stata la sua migliore partita, può e deve fare molto meglio al di là dei due gol che sono importanti per un attaccante. Ma per noi è determinante, si è integrato con tutti quanti molto bene. Non posso che parlarne bene, sono felice di avere insistito perché arrivasse“. 

HANDANOVIC“Ha avuto un problema, bisogna chiedere al dottore… Ci sono sette giorni di tempo, sicuramente lo staff medico cercherà di recuperarlo. Sono contento di Padelli, ha dato sicurezza alla squadra rispondendo presente nel momento del bisogno. Ma di questo gruppo di calciatori ho stima, so che rispondono tutti”.

SEGNALI ALLA JUVE“A una squadra così servono cambi importanti anche in panchina, oggi siamo partiti con un ragazzo di 20 anni e uno di 17. Stiamo lavorando per il presente e per il futuro. Chi è entrato ha avuto un buon impatto, avevo un po’ di timore per Brozovic che veniva da una distorsione abbastanza grave. Alexis Sanchez sta cercando di trovare la migliore condizione, mi auguro che arrivi quanto prima. Quando faccio certe scelte le faccio in modo sereno, sono scelte tecniche per la partita e durante la partita. I cambi sono stati importanti”.

VECINO“Nell’ultimo giorno ho sentito nomi di attaccanti che hanno rifiutato… Siamo l’Inter, poi nell’ultimo giorno di mercato si sente di tutto. Matias ha la mia stima, con me ha sempre giocato”, conclude Conte.