Conte: “Giocando in questa maniera, siamo un problema per tutti”

0
41
conte-conferenza-inter-champions

Dopo la vittoria importantissima dell’Inter contro i tedeschi del Borussia Mönchengladbach ai microfoni di Sky Sport si presenta Antonio Conte. Queste le sue parole:

“Se non sei una squadra sotto tutti i punti di vista, non vieni qui e vinci contro il Borussia, che è in un ottimo momento di forma. Se non sei squadra a livello tattico, di determinazione non fai una partita importante come questa, vinta in maniera strameritata. Potevamo evitare sofferenze inutili, ma siamo vivi e questa è la cosa più importante. Complimenti ai ragazzi. Abbiamo vinto contro la squadra più in forma del nostro girone. Romelu ha ragione, a loro chiedo una crescita di responsabilità da parte di tutti. Solo così possiamo crescere come squadra e puntare a qualcosa di ambizioso. Stiamo facendo un percorso, però partite come questa testimoniano che la squadra c’è e che c’è unità d’intenti. Vogliamo rendere orgogliosi i nostri tifosi”.

DOPO L’INTERVALLO

“Il gol subito all’intervallo poteva ammazzarci nello spirito, in una partita fin lì dominata. Abbiamo analizzato alcune situazioni da migliorare e ho detto che dovevamo tornare a giocare con la qualità della prima parte del primo tempo. Nel finale di tempo abbiamo sbagliato qualcosa e abbiamo subito gol. Ma sinceramente questi ragazzi avevano bisogno di essere supportati. Nel bene e nel male sono con loro. Dovevamo riprendere con la stessa qualità e ho detto che con quella avremmo vinto. Sono stato un buon profeta, sono contento”.

CENTROCAMPO

“Il centrocampo sposta gli equilibri, è inevitabile. Brozozic veniva dal Covid, Barella aveva un problema a un polpaccio e sta giocando sempre: ci siamo presi dei rischi. Ma era anche difficile intervenire dalla panchina perché avevamo tanta qualità ma poca interdizione con Sensi ed Eriksen. Brozo è importante in entrambe le fasi, quando ci mette anche la garra è un giocatore importante. Gagliardini è affidabile sotto tutti i punti di vista”.

TALENTO ITALIANO

“Barella ha 24 anni e sta crescendo tantissimo, ha ancora margini di miglioramento. Lo stesso dicasi per Bastoni, un altro che sta facendo molto bene. Sono ragazzi affidabili, il mio compito è cercare di farli crescere. Contento per Darmian: abbiamo creduto in lui perché è affidabile, può darci quello che cerchiamo. Può dare la possibilità ad Hakimi di crescere con pazienza”, conclude Conte.

Sky Sport

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lukaku: “Io l’anima dell’Inter? No, sono solo uno dei 25 giocatori”