Conte: “Hakimi? Dopo Benevento considerato da tutti il nuovo Garrincha, poi giù con le critiche”

0
130
conte-inter-tv-conferenza-stampa

Antonio Conte, nel post partita di Inter-Bologna, risposto alle domande di Inter TV e in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni:

“Il Bologna non è stata la prima né l’ultima a cambiare sistema contro di noi. Se ogni volta le avversarie cambiano sistema nell’affrontarci ci sarà un motivo. Il 3-5-2 non è un sistema difensivo come alcuni sostengono: se ogni volta le avversarie cambiano modo di giocare per pararsi un motivo ci sarà. La scorsa stagione abbiamo fatto 110 reti, quest’anno stiamo seguendo la linea, siamo la squadra che in Serie A segna di più. È anzi un modulo che richiede maggiore attenzione dietro, andando a trovare i giusti equilibri. Dispiace per il gol subito, l’unica pecca di oggi, altrimenti sarebbe stata una gara perfetta. Ci deve comunque far capire che dobbiamo sempre stare attenti, feroci e determinati, senza concedere nulla”. 

HAKIMI

“Ho sempre detto e non mi stancherò mai di dirlo. Ribadisco il fatto che all’Inter non ci sono vie di mezzo: o va tutto bene o tutto male. Dopo la prestazione di Benevento era considerato il nuovo Garrincha; poi, dopo certi errori, non sono mancate le critiche per un giocatore che, ricordiamo, ha 20 anni e viene da due soli anni giocati a certi livelli. Le potenzialità ci sono, al tempo stesso sa benissimo che deve completarsi: può diventare un top mondiale nel suo ruolo, ma in Italia è più difficile che in Germania, in Inghilterra, dove gli spazi sono maggiori. Qui vieni subito battezzato. Lui è una persona umile, che si allena e lavora con impegno. Vediamo ora se contro lo Shakhtar sarà il caso di partire subito con lui oppure a gara in corso, contro il Borussia il suo inserimento è stato fondamentale. Ci darà grandi soddisfazioni”.

CHAMPIONS LEAGUE

“Sicuramente la vittoria e la prestazione attenta e determinata sono sicuramente un buon viatico – sottolinea Conte -. Avevamo bisogno di questo tipo di vittoria perché vincere aiuta all’autostima e alla consapevolezza dei propri mezzi, ti fa capire che stando sul pezzo e avendo voglia, determinazione e ferocia sin dall’inizio siamo una squadra difficile da affrontare. Credo che arriviamo nella giusta maniera alla partita con lo Shakhtar ma dobbiamo essere attenti a non lasciare spazi in contropiede perché sono micidiali. Hanno giocatori veloci, verranno a giocarsi una partita come fatto a Madrid. Stiamo crescendo sotto tutti i punti di vista”.

SKRINIAR

“Milan sta lavorando tanto e secondo me è un giocatore che sta crescendo come D’Ambrosio, Bastoni, Ranocchia, De Vrij… Sa benissimo che ha i mezzi per fare bene, è inevitabile che buone prestazioni aumentano autostima e fiducia nei propri mezzi. Sono contento perché Milan è un ragazzo serio e un gran professionista. Sono contento perché quando entriamo con la giusta garra e cazzimma diventa difficile giocarci contro e noi dobbiamo portare questa situazione ad aumentare partita dopo partita”.

SANCHEZ TREQUARTISTA

“Oggi l’ho utilizzato più come trequartista perché il Bologna si era un po’ snaturato mettendosi a specchio – spiega Conte -. Ho optato per questa soluzione perché volevo che tra le linee si trovasse la giusta palla avendo un punto di riferimento come Romelu che gli girava intorno. In questo momento è più un trequartista ma al tempo stesso anche punta. Mi aspetto di più in fase realizzativa da parte sua, io gli dico sempre di tirare, a volte vuole cercare l’assist, però sta crescendo pure lui. Sta avendo spazio e opportunità, diventa letale a partita in corso e lo sto alternando con Romelu e Lautaro per far rifiatare e ruotare tutti. Perché se ricordate quando l’ho sfruttato troppo si era affaticato”.

PROBLEMA VIDAL

“Mi auguro non sia niente di particolare. Mi ha detto che è scivolato e ha sentito un piccolo fastidio. Ci ha tranquillizzati, lui è un guerriero ma mi auguro non sia niente di particolare, anche perché abbiamo bisogno di lui in mezzo al campo come abbiamo bisogno di tutti”, conclude Conte.

Inter TV

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Conte: “Prendo decisioni solo per il bene dell’Inter. Real? Non giocherà…”