Home Interviste Conte: “Il derby ha portato via tante energie. Eriksen è un giocatore...

Conte: “Il derby ha portato via tante energie. Eriksen è un giocatore serio”

335
0
intervista-conte-dopo-sampdoria-inter-inter-tv

Queste le prime parole di Antonio Conte intervistato da Rai Sport al termine del match: "Il Napoli è venuto qui a fare una gara molto difensiva, con Mertens che marcava Brozovic e tutti gli spazi chiusi. In certi casi devi essere più veloce e trovare degli uno-contro-uno che potevamo fare in maniera migliore. Complimenti comunque al Napoli, la sua strategia ha dato frutti visto che hanno vinto".

DOPO DERBY - "Il derby ha portato via tantissime energie specie nervose. Oggi ho effettuato cinque cambi rispetto a domenica, c'era linfa nuova. Però il Napoli ha battuto Juve, Lazio e Liverpool, e quando riesci a sconfiggere avversari così hai valori così importanti. Hanno dietro la Juve la rosa più importante del campionato. Calvarese? Non parlo, non mi interessa. E' mancato il cambio di passo stasera? Sì, ma il Milan ha giocato in maniera più garibaldina e c'erano spazi da una parte e dall'altra. Oggi spazi non ce n'erano, il Napoli ha fatto una gara molto tattica. Bravo Gennaro ad aspettarci e ripartire, noi abbiamo avuto occasioni e non avremmo rubato niente se fosse finita in parità".

ERIKSEN - "E' sicuramente un giocatore di qualità, deve ritrovare intensità nel gioco non avendo giocato tantissimo negli ultimi sei mesi. E' un ragazzo serio, sta facendo bene".

L'INTER CORRE - "Di fronte a squadre così chiuse devi essere bravo a far girare palla velocemente, trovare gli uno-contro-uno sugli esterni per saltare l'uomo e creare superiorità. Il Napoli era molto chiuso con giocatori di qualità, come testimonia il loro gol".

SETTIMANA DELICATA - "Ripeto, il derby ha portato via tante energie nervose. Poi siamo all'inizio di un percorso, se qualcuno pensa che siamo al livello di chi ha comandato per tanti anni io dico che siamo lontani e dobbiamo lavorare prendendo anche queste sconfitte per migliorare", conclude Conte.