Home Interviste Conte: “La Lazio è tosta. Noi non dobbiamo snaturarci. Vidal disponibile”

Conte: “La Lazio è tosta. Noi non dobbiamo snaturarci. Vidal disponibile”

287
0
conte-conferenza-stampa-inter

Il tecnico nerazzurro Antonio Conte è protagonista della consueta conferenza stampa pre-gara, con i giornalisti collegati a distanza. Queste le sue parole: “Come arriviamo? Ci arriviamo bene perché è il terzo impegno ravvicinato e lo sarà anche per la Lazio. Abbiamo tutti i calciatori a disposizione. Bene così”.

LA SFIDA CON LA LAZIO

“L’anno scorso abbiamo perso quattro partite, una contro di loro all’Olimpico. Sappiamo che è un impegno importante, duro, contro un’ottima squadra. Vorremmo uscire con un risultato migliore dell’anno scorso”.

SQUADRA PIU’ PRONTA

“Per sentirla pronta le partite devi giocarle. Devi testare queste gare impegnative. Sicuramente quella con la Lazio lo è, ma per certi versi ogni gara ha le sue difficoltà. Col Benevento era inquadrare subito la situazione e azzannare la partita per vincerla. Con la Lazio affrontiamo un altro tipo di partita, un’ottima squadra che l’anno scorso ha avuto l’ambizione di provare a vincere lo scudetto contestando la Juventus. Bisognerà fare molta attenzione. Al tempo stesso non dobbiamo snaturarci e dobbiamo proseguire nel nostro percorso. Che tipo di risposte mi aspetto?Siamo tutti curiosi di vedere che tipo di risposte possiamo avere in questo tipo di partite, ma come ho detto prima stiamo lavorando e vogliamo proseguire in questo nostro percorso”. 

DOPO IL BENEVENTO

“Le grandi squadre hanno bisogno di avere una propria mentalità e fisionomia sempre. L’avversario deve essere studiato e rispettato, ma senza paura. Le grande squadre nelle partite ad alto indice di difficoltà lo fanno alla stessa maniera delle altre. Fin dal mio arrivo all’Inter abbiamo cercato di intraprendere questo percorso, non snaturandoci contro nessuno. E’ giusto andare avanti anche se ci fossero eventualmente delle battute a vuoto, continuando a fare quello per cui stiamo lavorando”.

VIDAL STA BENE. HAKIMI IMPORTANTE

“Sta bene. Ha fatto allenamento ed è disponibile. Hakimi? Sicuramente stiamo parlando di un giocatore che ha delle caratteristiche specifiche in fase offensiva – sottolinea Conte -. In questo sistema avere giocatori con queste caratteristiche ti permette di dare ampiezza e qualità e questo ti fa essere più pericoloso. Magari puoi pagare dazio difensivamente, ma al tempo stesso stiamo lavorando con il giocatore per renderlo un giocatore moderno e completo, bravo anche nella fase difensiva. Si sta impegnando. Sono molto contento anche di Perisic e di Young”.

LA DIFESA

“Ci stiamo lavorando e quotidianamente creiamo delle situazioni perché a livello di possesso stiamo facendo cose importanti. Al tempo stesso dobbiamo essere bravi ed equilibrati per evitare di prendere delle ripartenze. Non dobbiamo farci trovare impreparati, poi sta anche alla bravura dell’avversario. Dovessi decidere tra lo 0-0 e il 5-4 dico che è meglio il secondo”.

JOAO MARIO E NAINGGOLAN

“Joao Mario? Mi spiace non rispondere ma sapete che di mercato non parlo. Nainggolan? Dopo avrete le notizie in merito”.

GLI ALLENATORI

“In Italia ci si basa molto sul giudizio finale rispetto al risultato della partita. Tatticamente non si va a vedere, magari come in Spagna, la bellezza del gioco o l’organizzazione. In Italia i giudizi sono molto attaccati al risultato finale. Al tempo stesso dobbiamo credere nel nostro lavoro perché a volte può capitare che il risultato è negativo e riceviamo commenti in tal senso. Dobbiamo essere bravi a non farci condizionare da questo e dare il massimo. Dobbiamo dare il piacere di vedere una bella partita e se poi riusciamo a vincere è la ciliegina sulla torta, ma il nostro obiettivo è anche la bellezza del gioco”, conclude Conte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Joao Mario, la presunta stella che nessuno compra