Home Interviste Conte: “Ringrazio gli interisti veri. Quelle voci sul rapporto con Zhang…”

Conte: “Ringrazio gli interisti veri. Quelle voci sul rapporto con Zhang…”

23
0
conte-banega-conferenza

Antonio Conte, allenatore nerazzurro, arriva nella sala stampa del RheinEnergie Stadion per commentare la finale persa contro il Siviglia. Queste le sue parole: “Banega? Le cose che succedono in campo rimangono in campo, non sono problemi suoi questi”.

COSA SERVE PER RIMANERE ALL’INTER

“Non penso sia giusto parlarne, penso si debba parlare della finale. Poi è giusto che vanno fatte determinate domande, ma credo di avere già detto tutto. Non mi fare ripetere tutta la tiritera, vorrei parlare della partita e di questi ragazzi, del fatto che comunque io posso essere solo orgoglioso di loro e dei miglioramenti che hanno fatto in tutto e per tutto. Mi spiace perché avrei voluto regalare ai ragazzi la soddisfazione di vincere un trofeo importante. Però il rammarico è questo, dopo dieci anni siamo riusciti ad arrivare in finale e avrei voluto dare loro una gioia migliore”.

LE PAROLE DI ZHANG

“Voglio chiarire prima di tutto una situazione importante, che ho letto su tanti giornali e mi ha dato molto fastidio perché è passato il concetto che Steven e io non avessimo un rapporto o che il papà del presidente era stizzito. A me non è arrivato nulla di tutto questo, magari qualcuno ha avuto interesse a passare certe notizie per creare problematiche. Io devo solo ringraziare la famiglia Zhang per l’opportunità, perché ne è valsa la pena fare quest’esperienza a prescindere da ciò che accadrà. Quest’anno rimarrà indelebile, perché è stata molto strana ma mi ha dato tantissimo. Ho speso tantissime energie, quindi è giusto che faccia delle riflessioni legate anche alla vita privata. Devo capire”.

NIENTE PENTIMENTO

“L’Italia è casa mia – sottolinea Conte -, a prescindere da tutto non potrei mai pentirmi del fatto di essere tornato perché ne è valsa la pena. Ho fatto un’esperienza incredibile in questo club e ringrazio in tutto questo gli interisti veri e anche la Curva per avermi sempre supportato. Non era semplice da ‘nemico’, sportivo sempre. Quindi non posso dire di essermi pentito. Ho vissuto un’esperienza importante in club che ha fatto la storia come Juventus o Milan”.

EPISODI

“A fine partita diventa difficile parlare di un episodio. Se c’era l’espulsione prendi rigore e rosso e la partita è meno dura di quello che è stata. Ma quello che penso è che l’arbitro ha visto così e ha preso una decisione salda. Il Var viene usato in modo diverso da Paese a Paese, però la partita è stata in equilibrio tra due squadre forti: un episodio poteva spostare, nel secondo tempo ne abbiamo avuti di più noi prima dell’autogol sfortunato. Ne abbiamo avute altre ma è finita così. Complimenti al Siviglia ma anche complimenti ai miei ragazzi per i miglioramenti di quest’annata. Hanno mostrato grande senso di appartenenza. E’ stata una bellissima esperienza che servirà ai calciatori per il futuro”, conclude Conte.

LEGGI ANCHE:

Mourinho: “Che squadra l’Inter del Triplete! Le magliette celebrative? Ho…”