Conte: “Vi spiego il Piano B. Difesa a 4? Scelta vincente e anche fortunata”

0
236
conte-inter-genoa

Antonio Conte parla anche a Sky. Questo il suo commento della vittoria in rimonta contro il Cagliari: “Lo svantaggio non era giusto, l’approccio era stato ottimo, abbiamo creato tanto nel primo tempo e solo Cragno ha evitato il gol, era stato il migliore nel primo tempo per distacco. Quando produci tanto e alla prima occasione prendi gol, può subentrare un po’ di nervosismo e timore di non farcela. Invece i ragazzi sono stati bravi a crederci fino alla fine, hanno mostrato voglia di vincere, non ci siamo mai accontentati di pareggiarla e gestire ma sempre di far gol e cercare la vittoria. Il piano B consiste nell’avere la possibilità di intervenire dalla panchina, a volte lo puoi fare se chi è in panchina è in buone condizioni, altre volte non puoi. Dall’esterno sembra che hai tante munizioni invece ci sono solo in apparenza: visto che siamo in totale sinergia con la dirigenza cercheremo di ottimizzare il tutto”.

DIFESA A 4

“E’ stata una scelta vincente e a tratti fortunata perché sull’1-0 abbiamo preso qualche ripartenza che poteva costare cara. Era necessario avere la possibilità di giocare con Sanchez, Lautaro e Lukaku insieme. A volte facciamo il 3-4-1-2 ma era già entrato Sensi e ho preferito togliere un difensore centrale e abbassare un esterno passando a 4 dietro, anche se Hakimi è un esterno offensivo e non difensivo, sarebbe difficile pensarlo in una difesa a 4. E’ un interprete eccezionale in una difesa a 3 perché sa attaccare bene ma può anche dare una mano tornando dietro a coprire”. 

RECUPERARE LO SVANTAGGIO

Se arriva una botta iniziale come quella di oggi, non puoi fare niente. Hanno segnato alla prima palla gol, non hai colpe specifiche. Ma avere la forza di rimontare significa che hai giocatori che non ci stanno e che hanno voglia fino alla fine di combattere per ribaltare una situazione negativa”, conclude Conte.

Sky Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Barella: “Cagliari? Spiace avere segnato, ma io do tutto per l’Inter”