Coronavirus: adesso Agnelli lancia appelli, ma il web non perdona

0
8594
agnelli-appello-coronavirus-il-web-non-dimentica-de-luca-juve-covid

Alla fine anche Andrea Agnelli si è reso conto della situazione grave che sta vivendo il nostro paese. L’onda lunga del coronavirus sul calcio italiano si sente, eccome. La positività di Daniele Rugani, poi quella di Manolo Gabbiadini. La maggior parte delle squadre stanno in isolamento e in quarantena. Ma qualcuno non ha voluto smettere prima. Cominciando da Paolo Dal Pino presidente della Lega Calcio, poi con lo stesso Agnelli, che addirittura voleva giocare Juve-Milan di Coppa Italia a porte aperte in piena emergenza. Le follie non mancano mai, perché il resto delle partite rinviate una settimana prima della 26′ giornata di Serie A si sono giocate a porte chiuse, mettendo a rischio la salute dei giocatori. Ma questa non è mai una novità, perché a scelte raccapriccianti siamo già abituati. Ieri, il presidente dei bianconeri nel video messaggio postato sui social dove annunciava il suo auto-isolamento insieme allo staff tecnico e societario, ha suscitato grandi proteste nei tifosi. Agnelli aveva detto: “Anche io sto affrontando un periodo di isolamento volontario. Ma dobbiamo e vogliamo fare di più: ed è per questo che con i nostri ragazzi abbiamo lanciato una campagna dei raccolta fondi”.

Però, il web non dimentica, ma soprattutto non perdona. Al di là dei messaggi di solidarietà e vicinanza da parte dei tifosi della Juventus, il resto dei fan, sui vari social ha aspramente criticato l’operato di Agnelli: “Dopo che ha rischiato di contagiare 40 mila persone dovevi essere in prigione”, ha scritto un tifoso. Ad Agnelli viene imputato un ruolo determinante nel rinvio della partita con l’Inter con la ferma volontà, da parte della Juve, facendo pressioni sulla Lega, di evitare di giocare a porte chiuse il big match con l’Inter che si è poi giocato con una settimana di ritardo e comunque senza pubblico: “Tu te lo meriti…..non sei degno Per te solo il denaro conta” scrive un altro tifoso; “dopo aver pensato solo ai soldi e alla sua rubentus l’ha capito pure lui finalmente che la situazione è grave.meglio tardi che mai”. Altri commenti: “L’isolamento dal Mondo ti devono dare!”; “C’è chi regala 300.000 mascherine e dona 100.000 euro alla protezione civile (il gesto di Zhang e dell’Inter) e chi invece raccoglie fondi…. che figura hahahaha”; “dite che riuscirà a pagare le bollette per 3 mesi col suo stipendio, stando in auto-isolamento?”; “oh, ma che onore! Ricevere un ordine dal monociglio in persona”; “se volevi contribuire chiedevi di sospendere il campionato…. tardi!!!”.