Home Notizie CorSera – La Lazio se ne frega e nel campo nascosto si...

CorSera – La Lazio se ne frega e nel campo nascosto si gioca la partitella

0
procura-figc-lotito-lazio-champions-de-vrij-pianti

In attesa del 18 maggio e della ripresa degli allenamenti collettivi, la Lazio si è portata avanti con il lavoro e nel campo nascosto da un telo si gioca pure la partitella proibita. Di certo la società biancoceleste si sente al sicuro dal punto di vista delle precauzioni a tutela dei calciatori. Teoricamente potrebbero anche allenarsi in maniera collettiva.

“Sono le undici e venti quando Simone Inzaghi – scrive il Corriere della Sera -, con il volto coperto dalla mascherina, dà il via alla parte più intensa dell’allenamento. In precedenza i sei giocatori del turno del mattino hanno fatto stretching, a distanza di sicurezza uno dall’altro; poi si sono confrontati in una sfida che premia chi colpisce di più la traversa. Quindi, la partitella, vietata dalle norme attuali. Ma utile a far aumentare i ritmi del lavoro: sono periodi brevi con regole sempre differenti. Si finisce, dice l’allenatore, con un “tre tocchi e gol di prima”.

“Da qualche giorno, per cercare di proteggere l’attività da sguardi indiscreti, è stata aggiunta un’ulteriore rete verde a protezione del campo Fersini, ma serve fino a un certo punto: tra le piante, agli osservatori è tutto evidente. Il tecnico della Lazio carica, grida, scherza. La partita aumenta di velocità”, scrive il quotidiano.

Corriere della Sera

Exit mobile version