Cruciani: “Simpatizzo Juve e sto con Conte. Calciopoli? Grande ingiustizia”

0
1409
cruciani-inter-napoli

Giuseppe Cruciani spesso e volentieri prende le difese della Juve. Un po’ perché vuole stare al centro dell’attenzione e un po’ perché la simpatizza. E’ stato lui stesso a chiarire la propria posizione a Tiki Taka, nel programma di Piero Chiambretti su Italia 1.

Le parole di Cruciani: “Non sono tifoso della Juve. Simpatizzo con i bianconeri dal 2006 in poi perché ritengo che quello che è successo alla Juventus con Calciopoli sia stata una grande ingiustizia e io sono dalla parte di chi tifa ingiustizie. Ce l’ho con i militanti, quelli che quando vedono la Juve vedono rosso”.  Quando però viene chiesto un pronostico sullo scudetto ai vari ospiti della trasmissione, Cruciani prende tutti di sorpresa dichiarando che la Juve a suo avviso non solo non è la favorita ma non è neanche tra le prime: “Terminerà il campionato al terzo-quarto posto in classifica”.

CONTE

Anche sull’Inter Cruciani va controcorrente e difende Antonio Conte, sostenendo che sia una stupidaggine criticare il tecnico dell’Inter per il suo passato bianconero: “Il fatto che alcuni tifosi dell’Inter, sul web, imputino ancora a Conte la sua juventinità è una cretinata. Se vince va bene anche il più juventino del mondo. Il fatto che sia tifoso ed ex giocatore non c’entra nulla: nessuno gli imputa il fatto di essere della Juventus. Sgombriamo il campo dalla cosa assurda dell’ex juventino: ormai Conte ha superato questa cosa. Ha allenato anche la Nazionale e il Chelsea. La Juventus non c’entra niente nel modo di giudicare Conte, nemmeno il più becero dei tifosi dell’Inter. Poi, se vogliamo leggere quattro st…sul web, chi oggi imputa a Conte di essere juventino è un idiota”.

Anche sulla gestione della gara con la Roma arriva una presa di posizione netta: “Voi imputate a Conte di aver semplicemente fatto dei cambi, senza sapere in quel momento le condizioni di Lautaro Martinez e Hakimi. Non lo possiamo sapere, lo sa solo lui: è assurdo dire che la Roma da lì in poi ha attaccato. L’unica cosa insopportabile di Conte è che, dall’alto dei dodici milioni che prende, vede i critici come persone che vogliono il suo male”.

Tiki Taka

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Conte: “I cambi ci stanno. Mercato? Non voglio nessuno. Vidal? Buonissima prestazione”