Date Coppa Italia, GdS: “Furia Inter, può mandare la Primavera in campo”

0
154
serie-a-coppa-italia-inter-clamoroso-potrà-mandare-in-campo-la-primavera-quarti-di-finale

La Serie A ripartirà il 20 giugno. Probabilmente con i recuperi della venticinquesima giornata: l’orientamento ieri era ancora questo (lo stesso seguito dalla Premier inglese), ma il verdetto è rimandato all’assemblea di stamani. Le prime partite ufficiali, quelle che segneranno la rinascita del nostro calcio dopo oltre tre mesi di stop a causa del Coronavirus, saranno però quelle di Coppa Italia: il 13 e il 14 le due semifinali (prima JuventusMilan, poi NapoliInter; entrambe alle ore 20.45) e il 17 la finale all’Olimpico di Roma, ovviamente a porte chiuse.

La Coppa Italia sarà il primo trofeo al mondo assegnato sul campo dopo la pandemia, anche se le “big” non sembrano affatto entusiaste di giocarsi immediatamente il titolo.

Gravina attacca: “Alcuni fanno di tutto per non giocare, che tristezza”

La ripartenza consegnata alla Coppa Italia è definita sconcertante. “Tanto da suggerire una provocazione: a Napoli i nerazzurri scenderanno in campo con la formazione Primavera. La rabbia si giustifica così: nella prima settimana di ripresa dei tornei i nerazzurri “rischiano” di dover giocare tre partite, unica big con un calendario tanto intenso. Alla semifinale di ritorno del 14 giugno (si parte dallo 0-1 di San Siro) potrebbe seguire la finale del 17 a Roma, e con la ripresa del campionato tre giorni più tardi si completerebbe il tris nerazzurro”, sottolinea la Gazzetta dello Sport.

Poi aggiunge: “Non solo: se il campionato riprenderà con i recuperi della venticinquesima giornata l’Inter sarà l’unica squadra chiamata a un simile tour de force”.

La Gazzetta dello Sport

LEGGI ANCHE:

Serie A, il Governo ha deciso: il campionato riparte il 20 giugno