Home Notizie Decreto crescita: l’Inter potrebbe risparmiare 15 milioni di euro per Conte

Decreto crescita: l’Inter potrebbe risparmiare 15 milioni di euro per Conte

1784
0
decreto crescita - conte - inter

Grazie alla norma prevista dal Decreto crescita del Governo italiano , l’Inter potrebbe risparmiare 15-20 milioni di euro sull’ingaggio triennale appena sottoscritto con Antonio Conte. Sky Sport spiega la norma che riguarda solo chi rientra in Italia dopo essere stato all’estero per almeno due anni.

“l’Inter, che ha riportato Antonio Conte in Italia, potrebbe risparmiare 15-20 milioni sull’ingaggio triennale del suo nuovo allenatore. Tutto merito della norma prevista dal Decreto crescita del Governo, che potrebbe finire per dare una grossa mano al calcio italiano permettendo l’acquisto di giocatori o allenatori provenienti dall’estero con una tassazione molto ridotta”.

Sky aggiunge – “Importante sottolineare come la norma riguardi chi rientra in Italia dopo essere stato all’estero almeno due anni, quindi sia applicabile a Conte ma non a Sarri, ad esempio. A patto che – altro tecnicismo da considerare – Conte, dopo l’esonero dal Chelsea, abbia mantenuto la residenza fiscale in Gran Bretagna e non l’abbia spostata in Italia, cosa che non gli darebbe più diritto all’agevolazione. Per fare i conti di Conte: all’Inter, complessivamente, tra esonero di Spalletti e staff e ingaggio di Conte, l’operazione costa sui 70 mln. Una quindicina, se non di più, potrebbero essere risparmiati (a patto, come detto, che l’ex allenatore del Chelsea non abbia cambiato residenza fiscale) grazie a questa norma, dato che Conte – che percepirà 10-11 mln netti per tre anni – costerà all’Inter 13-14 mln all’anno anziché 20-22. Roba da pagarsi Dzeko, con quei soldi risparmiati, se si pensa che la Roma lo valuta sui 10-12 milioni…”.

Sky Sport