Di Francesco: “Che peccato perdere così! In area non si può saltare in 10”

0
184
di-francesco-cagliari-inter

Eusebio Di Francesco analizza ai microfoni di DAZN la gara tra l’Inter e il Cagliari: “Un peccato perdere così, ma sono straconvinto che i giocatori hanno dato tutto, poi i discorsi tattici li lasciamo da parte. Nel momento in cui la partita sembrava indirizzata, al di là delle scelte di Conte, abbiamo preso gol su calcio angolo. Si è abbassata l’attenzione, ma la squadra ha fatto una buona partita e con personalità. Nel primo tempo ci siamo abbassati troppo, a prescindere dal sistema di gioco che va a morire quando c’è qualità. L’Inter ha avuto ragione in questo, con tre gol nell’ultimo quarto d’ora”.

Poi aggiunge: “Squadra più matura? Infatti si passa anche da queste sconfitte per la crescita, ma in quel momento della gara avevamo anche gente matura come Klavan e Nandez. Nel primo tempo abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna e bravura del portiere, ma uscire dalle pressioni nel palleggio mi è piaciuto. Poi sono venuti fuori i campioni che hanno fatto la differenza. Il discorso del modulo mi infastidiscono, perché vengono meno altre indicazioni”.

Resta un pizzico d’amarezza per come si è conclusa la gara. “A inizio partita mi sembrava che l’Inter fosse più brillante, poi siamo cresciuti nel pressing e nella qualità di scelta dei tempi. Soffriamo troppo sui calci da fermo, ci stiamo lavorando molto ma evidentemente dobbiamo lavorare su questo aspetto. Dispiace per il terzo gol, ma mi ha fatto arrabbiare che con Cragno in avanti siamo andati in dieci a saltare in area. Non è stato comunque questo episodio che ci ha fatto perdere la partita. E comunque qualunque cosa non uccide, aiuta a crescere”, conclude Di Francesco.

Dazn

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Barella: “Cagliari? Spiace avere segnato, ma io do tutto per l’Inter”