Di Marzio: “Contatti per Cunha, la giovane stella brasiliana”

0
216
cunha-inter-contatti-per-la-giovane-stella-brasiliana-dell-hertha-berlino

L’Inter pensa già al futuro. Nel mirino di Beppe Marotta e Piero Ausilio è finito Matheus Cunha, la stellina dell’Hertha Berlino. Ci sono già stati dei contatti e l’interesse è concreto. Si tratta di un attaccante classe ’99, di nazionalità brasiliana. Cunha è arrivato a Berlino da poco, a gennaio, e ha già segnato quattro gol in sei gare di campionato. Prima era al Lipsia, mentre è cresciuto in Svizzera nel Sion. Con il Brasile ha giocato in Under 20 e in Under 23.

Come riportato da Gianluca Di Marzio di Sky Sport sul suo sito: “L’Inter ha avviato i contatti per questa giovane stella dell’Hertha. Sono due anni che l’Inter lo segue, più o meno da quando a portarlo dalla Svizzera alla Germania fu Rangnick, altro nome con Milano nel destino. L’Inter ha ripreso i contatti per capire i margini della trattativa, dopo aver visto nell’attaccante classe 1999 il profilo ideale per completare un attacco giovane e di qualità”.

Di Marzio: “Sanchez vuole giocarsi le sue carte. Occhio a Cavani…”

CHI E’ CUNHA

“Se si parla di Matheus Cunha il ventaglio delle opzioni tattiche è decisamente ampio: inserito in un contesto Inter sarebbe certamente la seconda punta del 3-5-2, ma la sua carriera l’ha visto agire su tutto il fronte d’attacco. Anzi, i suoi inizi di carriera a Coritiba lo hanno visto giocare sulla trequarti, prima di diventare gradualmente un esterno d’attacco o persino un centravanti, seppur con caratteristiche di grande mobilità e soprattutto tecnica”.

“Tecnica, il piatto forte della casa: dribbling sullo stretto, controllo di palla e giocate lampo sono il suo repertorio migliore, tanto che i suoi gol spesso sono molto spettacolari. Anche troppo, visto che sotto porta passa dal segnare un gol candidato al premio Puskas (arrivato durante l’esperienza al Lipsia), ad alcuni errori a volte clamorosi. Tutti colpi nati dall’esperienza nel futsal, il calcio a cinque, principale palestra di formazione dei talenti brasiliani, capace di dare enorme sensibilità al suo piede destro”.

“Sa fare il terminale offensivo ma il meglio lo dà con una punta fisica accanto: Ibisevic all’Hertha lo ha valorizzato grazie ai suoi movimenti, e con Romelu Lukaku l’intesa potrebbe essere simile. Anche perché ciò che non manca di sicuro a Cunha è lo spirito di adattamento: parla cinque lingue, tra cui l’italiano, e il suo rapido impatto all’Hertha, dove ha segnato 4 gol nelle prime 6 presenze, ne è la testimonianza. La sua partenza da Lipsia è giustificata proprio dalla voglia di avere minutaggio per incidere e lasciare il segno. Proprio come sta accadendo con l’Hertha Berlino, a tappa decisiva per far tornare alla carica l’Inter”.

gianlucadimarzio.com

LEGGI ANCHE:

Icardi-PSG, Sky – Accordo vicino: obiettivo chiudere entro domenica