Home Calciomercato Dybala-Icardi, lo scambio che può accontentare tutti

Dybala-Icardi, lo scambio che può accontentare tutti

888
0
dybala-icardi-mazzola

L’ipotesi di uno scambio Icardi-Dybala fra Inter e Juventus torna incredibilmente attuale. Lo scambio fra argentini converrebbe all’Inter, che ha deciso da tempo di disfarsi di Icardi e teme di dovergli pagare lo stipendio fino a scadenza di contratto nel 2021 per poi perderlo a zero. E porterebbe vantaggio anche alla Juve, che ha provato invano a proporre Dybala per Lukaku al Manchester United. Nel suo editoriale online la Repubblica riporta nuovi dettagli:

“Nel gioco degli incroci, quel Maurito che alla Pinetina è solo un problema (in allenamento non gioca nemmeno le partitelle) per Sarri sarebbe il prezioso centravanti da 30 gol a stagione che cerca, pronto a sostituire Mandzukic, in partenza proprio verso lo United. A Conte Dybala piace: è la seconda punta perfetta da affiancare a uno dei due giganti d’attacco che l’Inter conta di comprare: Lukaku – più vicino, da quando proprio Dybala ha sabotato la trattativa con la Juve – ed Edin Dzeko, per cui la Roma si ostina però a chiedere 20 milioni. Lo scambio conviene anche guardandolo dal punto di vista del ragioniere: i due argentini pesano poco sui bilanci di Inter e Juve, che scambiandoli per un valore nominale alto realizzerebbero plusvalenze preziose in ottica di fair play finanziario”. 

LE DIFFICOLTA’“L’ipotesi di uno scambio Icardi-Dybala presenta anche delle difficoltà – si legge -. Marotta e Paratici non si parlano dallo scorso settembre. Per aggirare l’ostacolo, l’amministratore delegato interista tratta direttamente con Andrea Agnelli. Il secondo nodo è economico: la Juve stima Dybala un centinaio di milioni di euro. Bisogna capire quanto il club bianconero – scottato dal sorpasso dell’Inter nella corsa a Lukaku – valuterà il centravanti nerazzurro. Resta poi il fatto che Dybala costa anche mantenerlo, come sanno a Manchester, e che non è facile accordarsi sui suoi diritti d’immagine. Un aspetto su cui Marotta si sta informando. La terza possibile difficoltà riguarda la disponibilità a trasferirsi dei giocatori, Dybala soprattutto. A Icardi, determinato a lasciare la famiglia a Milano, l’ipotesi Juve non dispiace: Torino è più vicina di Napoli, Roma o Madrid. Dybala sembra meno propenso a lasciare la Juve e lo ha dimostrato non cedendo di un passo nelle richieste avanzate allo United, fino alla rottura”. 

la Repubblica