Eder attacca Suning: “Se vendono il pullman forse ci pagano”

0
28
eder-suning

Lo Jiangsu da qualche mese ha sospeso ogni tipo di attività lasciando calciatori e staff senza squadra. E senza stipendi. Eder, ex attaccante dell’Inter, è tornato ad attaccare Suning, e lo ha fatto utilizzando l’arma dell’ironia. Un messaggio che ha scatenato l’ira dei suoi follower, ma che racconta ancora le difficoltà nell’accordarsi con Zhang per incassare gli arretrati. Pare infatti che l’azienda cinese stia provando a fare di tutto per incassare liquidità. Anche vendere gli oggetti utilizzati dal club, che potrebbero servire a ritrovare serenità.

Eder non si è però lasciato sfuggire il particolare, attaccando Suning, che si concentra intanto sui successi dell’Inter ma ha diverse grande da risolvere in patria. Un messaggio social, quello del centravanti, che invita la sua ex squadra a pagare gli stipendi. Anche a costo di dover investire i soldi incassati da una vendita tutta particolare.

Infatti, Eder la prende con filosofia, che mette nuovamente nel mirino Suning. Dopo aver chiuso l’esperienza con lo Jiangsu, l’attaccante ha svelato diversi retroscena di un’avventura delicata. Fra stipendi non pagati, problemi organizzativi, il brasiliano è tornato a parlare:

“Almeno se riescono a vendere il pullman forse pagano quello che devono pagare. Speriamo, incredibile”. Il messaggio di Eder è chiaro nei tag del calciatore, che invia il messaggio direttamente al suo ex club.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: 

Gravina: “Vendetta per Inter, Milan e Juve? Non puoi sanzionare un’idea”