Eder aveva previsto tutto mesi fa: “Ho sbagliato di 100 milioni”

0
46
eder-suning

Suning non continuerà a investire nel calcio, hanno mancato di rispetto a tutti i dipendenti e ai giocatori, ci hanno semplicemente lasciato senza stipendio e impedito di giocare in altri club. Abbiamo fatto una grande cosa per Suning Group, ma non abbiamo ricevuto il trattamento e il rispetto che avremmo meritato. Se il gruppo Suning va in bancarotta, posso anche capirlo. Siamo stati rinchiusi in hotel per diversi mesi, diffondendo il nome di Suning nel mondo, ma abbiamo ricevuto un trattamento del genere senza alcun rispetto! Il Il direttore sportivo si è sempre dimostrato un bugiardo e non ha mai rispettato quello che ci aveva promesso”. Sono le parole di fuoco che l’ex attaccante dell’Inter Eder riservò ai proprietari dell’Inter dopo lo scioglimento del Suning Jangsung dove militava.

Il bomber anche a maggio aveva avvisato tutti: “Spero che all’Inter non succeda come a noi (visto che la proprietà dei club è la stessa) che dopo aver vinto il campionato cinese a dicembre, il club non ci ha pagato (8 mensilità intere e le tasse su quelle precedenti) oltre a non averci liberato per dare la possibilità di trovare squadra altrove facendoci perdere così delle opportunità di lavoro. Lasciando a casa più di 50 dipendenti senza i loro soldi e senza darci spiegazioni”.

Quel giorno Eder lanciò anche l’allarme, sostenendo che Suning, dopo aver fatto fallire il Jiangsu senza pagare gli stipendi e gli arretrati a dipendenti e giocatori, avrebbe cercato di recuperare 100 milioni dall’Inter, fregandosene sia dei dipendenti sia del calcio e a quelle parole si è riagganciato oggi l’italo-brasiliano scrivendo con amarezza sui social: “Ho sbagliato di 100 milioni”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Inter, Bonolis: “Certi problemi non puoi coprirli con Gagliardini e Perisic”