Eder sbotta: “Zhang Jindong un bugiardo. Non siamo stati rispettati”

0
128
eder-ritorno-all'inter

Dopo aver sospeso le attività della squadra Jiangsu, notizia annunciata ufficialmente da Suning ieri mattina come un fulmine a ciel sereno, ecco che arrivano i primi attacchi dallo spogliatoio della formazione cinese da parte di quei calciatori evidentemente delusi dal trattamento ricevuto. Uno dei primi è stato Eder. L’ex giocatore dell’Inter ha rilanciato un durissimo sfogo ai microfoni di osportsmedia.com. Il centravanti italo-brasiliano, che dallo stesso colosso asiatico era stato convinto a lasciare l’Italia per intraprendere questa nuova avventura, ha attaccato il capo di Suning Zhang Jindong accusandolo di essere un bugiardo.

LO SFOGO DI EDER

“Il Gruppo Suning non voleva continuare a investire nel calcio. Hanno mancato di rispetto a dipendenti e i giocatori del club. Ci hanno semplicemente lasciati senza stipendio. Non ci hanno permesso di giocare in altri club! Abbiamo fatto una grande cosa per Suning Group, ma non siamo stati trattati e rispettati come meritavamo. Dopo essere stati imprigionati per diversi mesi abbiamo diffuso il nome di Suning nel mondo, ma siamo stati trattati così senza rispetto! Il capo è sempre stato un bugiardo e non ha mai rispettato le promesse fatte”.

osportsmedia.com

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Inter-Juve 2018, Orsato ammette: “Sicuramente è un errore. Da quel momento non arbitro più l’Inter”