Gabigol meglio di… Zico. Prima la finale di Libertadores, poi decide con…”

0
191
gabigol-flamengo-offerta-pesante-all-inter-dicembre

Ora che ha superato addirittura Zico non gli resta che vincere dei titoli. Sì, perché col gol e il successo di ieri sul Gremio nel Brasileirao, Gabriel Barbosa oppure Gabigol è arrivato a 22 reti in campionato, scavalcando appunto il bomber storico, Galinho Zico.

COPPA LIBERTADORES – Intanto Gabigol è il leader del club più amato in Brasile, oltre 40 milioni di torcedores, i tifosi calorosi del Mengao – scrive nel suo editoriale online la Gazzetta dello Sport -. E sabato può iniziare ad arricchire il suo palmares con la finale di Libertadores contro il River di Marcelo Gallardo, campione in carica. Appuntamento alle 21 italiane all’Estadio Monumental di Lima in Perù. In Libertadores l’ex interista è re dei bomber con 7 centri finora in 11 match, due in più del compagno Bruno Henrique, 28 anni, anche lui preso a gennaio dal Santos. Dove Gabigol nel 2018 è stato capocannoniere del campionato con 18 reti. Quindi se Gabriel chiuderà questa stagione da n.1 dei goleador sarà solo il terzo brasiliano ad essere capocannoniere per due stagioni di fila, come Dadá Maravilha dell’Atletico Mineiro 1971 e ’72 e Túlio del Botafogo 1994-95.

OCCHI AL TITOLO – E la settimana prossima, il 27, il suo Flamengo potrebbe laurearsi campione del Brasile vincendo in casa contro il Cearà, 15°. Anche se Gabigol non sarà in campo, dato che ieri si è beccato il rosso, col Gremio, per aver provocato i tifosi di Porto Alegre – si legge -. Ma potrebbe addirittura festeggiare sul divano il titolo se il Palmeiras, 2° a -13 punti e a 4 turni dalla fine (ma il Palmeiras ne deve recuperare una), domenica 24 dovesse perdere o pareggiare in casa col Grêmio. Insomma, a Gabigol l’aspetta una settimana che potrebbe essere fantastica in caso di doppietta. Tanto più che il Fla non vince la Libertadores da ben 38 anni, nel 1981 con Zico e Junior in campo.

MERCATO – A fine novembre dovrà sedersi a un tavolo col Flamengo e decidere che fare del suo futuro. Perché il club carioca e l’Inter, proprietaria del suo cartellino, sono già d’accordo alla cessione sui 22-23 milioni di euro. Manca solo l’ok di Gabigol. Intanto l’aspetta una settimana da sogno.

Gazzetta dello Sport