Gasperini: “Esultanza Inter? Non è irrispettosa, vi spiego perché”

0
59
gasperini-triste-coppa-italia-gomez

Il tecnico dell’Atalanta Giampiero Gasperini è tornato a parlare del match perso dai bergamaschi contro l’Inter nella conferenza stampa di presentazione della partita che la ‘Dea’ disputerà contro lo Spezia:

“Dobbiamo guardare a noi stessi, al nostro percorso, è stata un’ottima gara per noi anche se il risultato è stato negativo. Crescere per andare a giocare contro questo tipo di squadre in questo modo, aver guadagnato posizioni in questi anni e giocare in Europa, questi sono i nostri obiettivi. Questo è il nostro modo di interpretare il calcio, le partite, per raggiungere nuovi traguardi che però si possono raggiungere in tutti i modi. Tutti validi. Noi cerchiamo di raggiungerli così. Questa sconfitta ci lascia comunque soddisfazione”.

Si torna anche sull’esultanza degli uomini di Antonio Conte dopo la partita: “Anche noi quando vinciamo questo tipo di partite esultiamo fortemente come gli avversari, siamo sempre stati rispettosi ma l’esultanza è normale. Ogni gara ha la sua storia, in certe condizioni va interpretata la gara a seconda di come si svolge, eravamo contro un avversario difficile, quello che fanno gli altri riguarda gli altri. Le partite sono tutte molto diverse, in queste gare gli episodi cambiano lo svolgimento delle partite. Se facevamo gol noi su corner magari prendeva un’altra piega, noi dobbiamo essere pronti a giocare ogni tipo di calcio, anche domani con lo Spezia ci saranno difficoltà, anche se di un altro genere. Difesa? Contro l’Inter per me è stata una grande partita difensiva, in spazi grandi, tutti e tre hanno fatto bene, anche Gosens non ha mai dato profondità ad Hakimi, anche Maehle ha fatto bene, la Dea fa sessanta gol ma tutto nasce dalla capacità di difendere gli spazi più alti”, conclude Gasperini.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

De Roon: “Match deciso da un episodio, noi abbiamo dominato quasi tutta la partita”