Dunque, dopo Donnarumma – che nelle prossime ore sarà ufficialmente un calciatore del Psg – un altro calciatore lascia a causa della mancata intesa per il rinnovo del contratto. Va detto però che per i rossoneri si tratta di un’altra importante perdita a zero, dopo quella di Donnarumma, e di un giocatore che non può dunque essere monetizzato. Il valore netto di Calhanoglu a bilancio era ormai pari zero, quindi una cessione avrebbe generato una plusvalenza secca.

Ma per gli esperti il problema diventa l’ingaggio senza considerare un colpo a zero fatto da Beppe Marotta e company.  Si è parlato di un contratto da 5 milioni di euro più bonus. Addirittura da 6 milioni. Ma in realtà le cifre sono ben diverse rispetto a quelle sparate. Ecco la spiegazione della rosea:

“Hakan Calhanoglu metterà oggi la firma sul nuovo contratto triennale, che non prevede bonus, ma solo premi di squadra. E sarà un accordo a salire: 4,5 milioni netti per il primo anno e 5 all’anno per le seguenti due stagioni”, scrive La Gazzetta dello Sport.

La Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

UFFICIALE, parte l’azionariato popolare. Cottarelli: “Lavoriamo con Zhang”