GdS – E’ un altro Perisic, può fare l’Eto’o del Triplete

0
45
perisic-inter-gol-pareggio

“E così, come avevamo pronosticato anche nel momento più delicato e difficile, l’Inter è tornata ad essere l’Inter, con tutte le sue potenzialità, con la sua energia, con quella sua capacità di saper buttare giù un muro quando sembrano non esserci più vie di uscita”, scrive la Gazzetta dello Sport. Tra i protagonisti della serata contro il Bologna c’è anche Ivan Perisic:

“Qui c’è da aprire una parentesi su Perisic, ritenuto incapace di soddisfare i requisiti che Conte esige dalle sue ali. Si è detto più volte che Perisic non potesse spalmarsi su 70-80 metri di campo. Ieri si è disteso lungo l’intera corsia mancina, ha servito il cross da cui è nato l’1-0 e si è fatto trovare allineato ai difensori quando la fase di non possesso lo ha richiesto. Non ci sono trasformazioni o adattamenti impossibili, basta coniugare il verbo volere”.

Poi aggiunge: “Perisic è forse il giocatore tra i meno citati che rappresenta più di tutti il nuovo corso dell’Inter. Uno che un po’ come oggi Eriksen un anno fa era lontano dal progetto di Conte. Quel Perisic che però dopo aver vinto tutto con il Bayern; aver segnato 8 goal e collezionato 10 assist, è tornato all’Inter per provare a riprendersi uno spazio all’interno della squadra che davanti aveva già Lukaku e Lautaro. Lo ha fatto e lo sta facendo bene, provando a sfruttare le occasioni, ed il riferimento ad Eriksen non è assolutamente casuale. Immaginandosi da campione d’Europa in carisma con il Bayern pur di convincere l’allenatore. Perché per essere protagonista nell’Inter di Mourinho, anche un centravanti meraviglioso come Eto’o accetto un giorno di fare l’ala. E non c’è bisogno di ricordare come andarono le cose”, conclude il quotidiano milanese.

Gazzetta dello Sport

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Bergomi: “Eriksen come Gabigol, non è un campione. L’Inter per inserirlo ha perso forse…”