GdS – Inter indignata: un danno il rinvio della gara con il Sassuolo

0
161
allenamento-inter-conte-tamponi

Inter indignata. La racconta oggi La Gazzetta dello Sport. Il quotidiano milanese riprende l’intricato nodo nazionali e le pressioni che società nerazzurra e Ats stanno ricevendo per liberare i calciatori convocati dalle rispettive selezioni estere.

“Se in attesa del nuovo giro di tamponi molecolari l’Inter può contare sull’ottimismo scaturito dalle negatività e dal ritorno a casa dell’ad area sport Beppe Marotta, dimesso dall’Humanitas, dall’altro ad Appiano Gentile cresce un sentimento di preoccupazione. Gli esiti dei molecolari di oggi arriveranno domani, e nella speranza che vengano confermate le negatività attestata nello scorso giro di controlli, l’Inter è sospesa, tra due sentimenti opposti: e qui siamo all’indignazione, dopo il sollievo. Qualora non dovessero spuntare fuori altri positivi Conte riavrebbe i suoi giocatori a disposizione già domani pomeriggio, ma non è detto. Perché l’esame potrebbe dare il via alla partenza dei dieci nazionali nerazzurri in giro per l’Europa”. 

“Un’eventualità che preoccupa Conte e Marotta che già lo scorso novembre aveva palesato il suo disappunto rispetto alla gestione delle Nazionali, dopo ‘il ‘regalo’ di giocatori contagiati, leggi Skriniar, Brozovic, Kolarov e Bastoni. Attualmente l’Ats di Milano ha vietato ai nerazzurri ogni tipo di spostamento, ma già lunedì “potrebbe emettere un nuovo dispositivo per sancire il via libera, a patto di rispettare lo stesso tipo di isolamento che verrebbero adottate a Milano. Ma mantenere le stesse condizioni di isolamento e prevenzione lontano da Milano risulta complicato. Meno complicato da immaginare è invece l’intreccio, in casi come questi, tra motivi sanitari e decisioni politiche, motivo che ha indignato tutta l’Inter, Conte compreso”. 

“Possono le ragioni politiche prevalere su quelle sanitarie? – si chiede la rosea -. La ‘rottura’ dell’isolamento stabilito di 14 giorni, di fatto, autorizzerebbe i pensieri negativi, soprattutto alla luce di tutte le fortissime pressioni dirette e indirette che le varie nazionali stanno facendo per avere a disposizione i propri giocatori. Il club nerazzurro inoltre, tra le varie polemiche del caso, considera il rinvio della gara con il Sassuolo un danno, anche in termini psicologici legati alla classifica. E al danno rischia di aggiungersi la beffa di giocatori liberi di raggiungere le proprie nazionali, con tutti i rischi connessi”.