Godin: “Inter, esperienza importante. Ecco cosa mi ha detto Conte”

0
30
godin-inter
Foto - inter.it

L’ex difensore dell’Inter Diego Godin, è stato intervistato dal quotidiano uruguaiano Punto Penal. Il difensore, ora al Cagliari, ha spiegato i motivi principali che lo hanno spinto a prendere la decisione, anche se in modo inaspettato, di non vestire più la maglia della Beneamata la scorsa estate:

“Conte mi ha detto che aveva un’idea differente, un progetto con ragazzi più giovani – le parole di Godin -. Sapeva che avrei dovuto giocare tutte le partite per stare sempre in ritmo in ottica Nazionale, dove sono il capitano. La cosa migliore era cambiare squadra, quindi ho preso la decisione di lasciare Milano. Il Cagliari ha ovviamente ambizioni differenti, il presidente Giulini voleva puntare non dico all’Europa League ma ai primi dieci posti della classifica. Ho imparato tante cose in Italia, per la mia carriera è stata importante l’esperienza in nerazzurro”. 

Godin aggiunge: “Simeone mi ha scritto ieri per ringraziarmi per il sentimento che abbiamo lasciato nel club. Mi sento parte di quella famiglia. L’Atletico Madrid è come l’Uruguay, un ribelle che lotta contro le grandi potenze. Se l’Atletico vuol continuare a vincero titoli gli consiglio di continuare a comprare giocatori uruguayani. La salvezza col Cagliari? Era dalla stagione al Cerro in Uruguay (2005-2006, ndr) che non lottavo per la salvezza. Genera depressione, tristezza e mancanza di fiducia, oltre che tensione. Futuro? Devo dire che mi hanno chiamato molte volte per farmi andare al Talleres in Argentina”.

Punto Penal

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Dzyuba: “Io come Lukaku? Ci provo da sempre. Cerco di abbronzarmi un pò per essere come lui”