Grandissima Inter: battuto il Napoli per 3-2, vetta più vicina

0
17
calhanoglu-gol-derby-inter-milan
LaPresse

L’Inter è sempre l’Inter, fino in fondo: domina il match contro il Napoli che nelle prime 12 partite non aveva mai perso e aveva subito solo tre gol. Nell’esaltare tutti, giocatori e tifosi, in una prova corale e di una generosità che va oltre il minuto 98. Ed è l’Inter anche nella sofferenza finale, quando tutti hanno soffiato sulle due occasioni di Mario Rui e Mertens. Sarebbe stata una beffa ingiusta. Resta la sensazione, alla fine del match, bellissima: quella che dà i tre punti. Sì, perché ora l’Inter accorcia: sale a meno 4 da Milan e Napoli. Non c’è spazio nemmeno per  il rammarico delle sfide con Atalanta-Juve-Milan. Questa squadra macina gioco e risultati: c’è da fidarsi.

Darmian confeziona l’assist perfetto per  il tiro a botta sicura di Barella, Koulibaly respinge di mano per un rigore solare che Valeri concede solo dopo la on-field-review. Dal dischetto, come nel derby, va Hakan Cahlanoglu: Ospina spiazzato, San Siro ruggisce per l’1-1. Di nuovo dal piede caldo di Cahlanoglu che nasce il raddoppio dell’Inter. L’angolo è tesissimo, lo stacco di Perisic in anticipo ben prima del primo palo è fantastico. Il pallone schizza in porta, Ospina respinge quando la palla ha già varcato la linea. 2-1 per l’Inter. Il terzo gol arriva dal piede del Toro, di destro da posizione defilata, batte Ospina con un gran diagonale. Sotto alla Nord Lautaro raccoglie l’abbraccio di San Siro per un 3-1 strameritato.

Mertens inventa il 3-2 al 78′ con un destro meraviglioso dalla distanza. Partita finita.

IL TABELLINO

Inter-Napoli 3-2

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; 36 Darmian, 23 Barella (32 Dimarco 75′), 77 Brozovic, 20 Calhanoglu (22 Vidal 62′), 14 Perisic (48 Satriano 88′); 10 Lautaro (5 Gagliardini 75′), 19 Correa (9 Dzeko 62′).
A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 2 Dumfries, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 33 D’Ambrosio.
Allenatore: Simone Inzaghi.

NAPOLI (4-3-3): 25 Ospina; 22 Di Lorenzo, 13 Rrahmani, 26 Koulibaly, 6 Mario Rui; 99 Anguissa, 8 Fabian Ruiz, 20 Zielinski; 11 Lozano (7 Elmas 75′), 9 Osimhen ( 37 Petagna 55′), 24 Insigne (14 Mertens 75′).
A disposizione: 1 Meret, 12 Marfella, 2 Malcuit, 5 Juan Jesus, 31 Ghoulam, 68 Lobotka
Allenatore: Luciano Spalletti.

Marcatori: 17′ Zielinski (N). 25′ Calhanoglu (I) su rig., 44′ Perisic (I), 61′ Lautaro (I), 78′ Mertens (N)
Ammoniti: Osimhen (N), Koulibaly (N), Rrahmani (N), Calhanoglu (I), Vidal (I), Handanovic (I), Dzeko (I)
Note: ammonito S. Inzaghi per proteste
Recupero: 1′ – 8′

Arbitro: Valeri.
Assistenti: Giallatini, Preti.
Quarto Uomo: Marchetti.
VAR: Aureliano.
Assistente VAR: Longo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Conte: “La Juve il mio capolavoro? No, l’Inter. Sono rimasto deluso per un motivo”