Home Notizie I 100 giorni di Antonio Conte: primi bilanci ed esami in Europa

I 100 giorni di Antonio Conte: primi bilanci ed esami in Europa

113
0
conte-inter-in-campo-contro-il-lecce-vecino

“I presidenti americani sono soliti celebrare la ricorrenza con il primo discorso ufficiale dopo quello d’insediamento. I primi 100 giorni sono una scadenza in cui tracciare un bilancio. E il “governo” Conte li festeggia all’Inter proprio oggi: insediatosi il 31 maggio, il “premier” nerazzurro in questi tre mesi abbondanti ha guidato un esecutivo dall’attività febbrile. La fiducia e il gradimento degli elettori (tifosi) rimane alto, la squadra di governo è finalmente completa, le leggi più contestate dei predecessori sono già state abrogate, i primi conti economici tornano (6 punti su 6)”, scrive oggi la Gazzetta dello Sport.

L’EUROPA“Arriveranno problemi più scottanti e situazioni più complesse (vedi derby). Manca, in primis, il confronto con l’Europa, dove l’Inter aspira a tornare fra le potenze stabilmente nel G8. In questo senso, grande è il lavoro che attende il “ministro degli Esteri” Lukaku, a cui Conte chiede un’opera di avvicinamento alle big europee, non solo a livello di immagine, ma anche risultati. Poi bisognerà trovare nuove risorse e vie più fantasiose per arrivare gli obiettivi (fondamentale inserire Sanchez) e migliorare il presidio del territorio. Le prime uscite del “ministro degli Interni” Sensi sono state positive, ora serve più coesione in mezzo e un lavoro sulle periferie (fasce) con Asamoah e Lazaro – si legge -. Di questi tempi poi l’agenda mediatica impone attenzione alla difesa dei confini (dell’area di rigore): la costruzione muro Godin-De Vrij-Skriniar è più avanzata di quello Usa-Messico di Trump. Infine, alla lunga, bisognerà avvicinare la “locomotiva” juventina, aspettando un calo del suo PIL. Il punto fra altri 100 giorni”.

Gazzetta dello Sport