Ibrahimovic non conta gli scudetti illeciti: “Ho vinto 11 scudetti in carriera”

0
184
zlatan-ibrahimovic-conferenza-sanremo

“Perchè Zaltan Ibrahimovic è venuto qui? Perchè gli piacciono le sfide, l’adrenalina, gli piace crescere. Se non fai sfida con te stesso, non puoi crescere”. Dopo tre serate in panni comici, a far divertire il pubblico con esibizioni e balletti, Ibrahimovic cambia ancora le vesti e si mette in gioco nella finale di Sanremo 2021 come ancora non l’avevamo visto. Amadeus da una parte, l’attaccante del Milan dall’altra prende tutto il palco dell’Ariston e regala al pubblico un monologo: “Quando scendi in campo puoi vincere o puoi perdere – dice lo svedese -, io ho vinto 11 scudetti (2 all’Ajax, 3 all’Inter, 1 al Milan, 1 in Spagna e 4 in Francia, ndr), ma ne ho anche perso qualcuno. Ho vinto tantissime coppe ma ne ho anche perse qualcuna”. 

Il giocatore ripercorre la sua carriera: “Ho giocato 945 partite, ne ho vinte tante ma non tutte. Ho vinto 11 scudetti, ma ne ho perso qualcuno. Ho vinto tantissime coppe, ma ne ho persa qualcuna”. E ancora: “Sono Zlatan anche quando non vinco tutte le partite, sono Zlatan quando vinco e perdo: ho fatto più di 500 gol, ma ne ho sbagliati”.

Poi torna a ironizzare: “Pochi (gol). Il fallimento non è il contrario del successo, è una parte del successo. Fare niente è il più grande sbaglio che puoi fare – sottolinea Ibra -. Ti dico una cosa: se sbaglia Zatlan puoi sbagliare anche tu: la cosa importante è fare ogni giorno la differenza. Impegno, dedizione, costanza, concentrazione”.

Prima di scendere tra gli orchestrali, per fare una foto con il primo violino, conclude: “Ho organizzato questo Festival per dirvi che ognuno di voi nel suo piccolo può essere Zatlan. Questo non è il Festival di Ama, non è il mio Festival ma è il Festival dell’Italia intera: grazie Italia, la mia seconda casa”.

Rai

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Gotti: “Stryger Larsen? L’episodio è chiaro”. Poi svela il siparietto con Pinzi