Il dramma di Mauro Bellugi: amputate entrambe le gambe

0
3867
mauro-bellugi-dramma

E’ stato uno dei più forti difensori italiani negli anni ’70, un campione che nel corso della sua carriera ha vestito le maglie di InterBologna, Napoli e Pistoiese prima di ritirarsi nel 1981. E in Nazionale ha totalizzato 32 presenze, prendendo parte ai Mondiali del 1974 e del 1978. Mauro Bellugi, campione d’Italia ’70/71 con la Beneamata, nei giorni scorsi è stato costretto a sottoporsi ad un intervento per l’amputazione delle sue gambe. A raccontarlo è stato il sito altropensiero.net di Luca Serafini, che ha svelato come l’ex difensore sia stato ricoverato lo scorso 4 novembre poiché positivo al Covid e che la situazione si sia aggravata nel corso delle settimane successive. Al punto, da rendere necessario un intervento chirurgico.

Bellugi l’unico goal della carriera lo realizzò proprio al Gladbach: diversi guai fisici, poi, lo costrinsero al ritiro a 31 anni: “Il Covid mi ha tolto anche la gamba con cui feci gol al Borussia Mönchengladbach”, ha raccontato l’ex difensore che proprio ai tedeschi ha segnato l’unica rete della carriera, nella partita di Coppa dei campioni del 3 novembre 1971, vinta 4-2 dall’Inter. Bellugi, però, non si è abbattuto e ora pensa a delle protesi per riprendere a camminare. “Prenderò quelle di Pistorius”. ha scherzato con Serafini. 

 

La partita più importante Bellugi la sta giocando adesso, facendo leva sulla grinta e la tenacia con cui si è fatto strada da giocatore: mai come stavolta.

altropensiero.net

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Per la Uefa Lukaku è il re dei bomber 2020: nessuno come lui