In Francia attaccano, Comolli: “Plusvalenze Juve? Ha 120 giocatori sotto contratto. Fa speculazione”

0
144
comolli-paratici-juve-scandalo-suarez-agnelli-di-cintio-pm-sconcerti

Damien Comolli, ex allenatore che da luglio 2020 riveste il ruolo di presidente del Tolosa (Ligue 2) in rappresentanza del fondo d’investimento statunitense RedBird. Francese di Béziers, classe 1972, Comolli è stato anche dirigente e scout per Monaco,  Arsenal, Tottenham, Saint-Etienne, Liverpool e Fenerbahçe. Ha dunque accumulato una vasta esperienza internazionale in materia di players trading. E questo suo bagaglio di conoscenze è il punto di partenza dell’intervista rilasciata ieri a Le Monde. Il quotidiano del pomeriggio lo ha interrogato sullo stato del calcio francese, che per tradizione è un movimento formatore di talenti e adesso si trova a vivere in modo particolare la crisi da Covid poiché non è semplice piazzare sul mercato i talenti prodotti dal proprio sistema.

Quando l’intervistatore gli chiede cosa veda di così negativo in questo modello, Comolli risponde seccamente: “Questa cosa qui non la chiamo trading ma speculazione. Prendete la Juventus, che ha 120 giocatori sotto contratto ma va avanti con uno zoccolo duro di massimo 25. Perché avere così tanti calciatori? Magari questa cosa permette di avere dei ricavi supplementari – in particolare per restare in linea col fair play finanziario – grazie alla vendita di calciatori che non hanno nessuna intenzione di utilizzare in prima squadra. L’idea è di comprarli a un milione per rivenderli a cinque”.

Le Monde – calciomercato.com

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Ibrahimovic: “Torneremo al primo posto”. Poi punge Amadeus e Fiorello